F1, Ferrari in difesa: Smedley non ha chiesto a Massa di distruggere la gara di Hamilton

Formula 1: la comunicazione radio tra Massa e Smedley dove viene chiesto al pilota Ferrari di rovinare la gara di Hamilton obbliga il team italiano ad un chiarimento pubblico

da , il

    felipe massa hamilton singapore smedley radio box

    Rob Smedley, ingegnere di pista di Felipe Massa, chiede via radio al pilota Ferrari di “distruggere la gara di Hamilton”. Siamo nel corso del Gran Premio di Singapore. Qualche giro dopo, il pilota McLaren si ritrova con l’ala anteriore danneggiata, di fatto fuori dalla lotta per le posizioni che contano. E’ il primo caso di intercettazione “radiofonica” della storia della Formula 1. Non credevo che l’avrei mai pensato. Ma in effetti viene facile scatenare un putiferio dal nulla andando a prendere alcune frasi e decontestualizzandole brutalmente. Ciò detto, la difesa della Ferrari non convince al 100%.

    FERRARI. Non è la prima volta che la Ferrari affida la sua difesa al cosiddetto “Grillo Rampante”. Non è la prima volta che le argomentazioni ci lasciano qualche perplessità. Ecco la versione di Maranello:“Se è vero che l’ingegnere di pista di Felipe Massa si è lasciato prendere dalla foga del momento e ha usato una parola (“destroy”) non certamente felice ma comunque priva di qualsiasi intento malizioso è altrettanto vero che quella frase è stata detta a Felipe quando si trovava all’uscita della curva 5 nel corso del giro 11 della gara, quello che si sarebbe concluso con il pit-stop simultaneo del ferrarista e di Hamilton: nulla quindi a che vedere con il contatto avvenuto fra lo stesso Felipe e Lewis nel corso del giro successivo”. La frase di Smedley rimane. Il fatto che sia stata detta prima del pit stop o dopo non cambia assolutamente nulla. Il messaggio a Massa è arrivato. Chiaro. La cosa giusta da sottolineare, semmai, è che si è effettivamente, semplicemente, puramente, trattato di un banale eccesso di foga da parte del tecnico britannico che ha usato il rivale della McLaren come leva per gasare il proprio pilota. Chiunque ha praticato sport di squadra sa benissimo cosa dicono gli allenatori o i compagni stessi fra di loro per darsi la carica. Non esiste scandalo. Non esiste polemica. Se poi Massa è riuscito davvero a rovinare la gara di Hamilton. E’ solo frutto di una coincidenza.

    ROB SMEDLEY. Per la cronaca, ricordiamo che siamo al secondo episodio sfortunato per l’ingegnere di macchina di Felipe Massa. Fu la sua comunicazione radio con ordine di scuderia tutt’altro che velato, nel corso del GP di Germania 2010 – “Fernando è più veloce di te ]…] mi dispiace…” – che scatenò il putiferio attorno alla vittoria di Fernando Alonso facendo rischiare alla Ferrari una penalizzazione per condotta antisportiva.