F1: Ferrari in difesa sul nuovo Silverstone

Formula 1: la Ferrari si prepara ad affrontare il Gran Premio di Gran Bretagna sul nuovo circuito di Silverstone con fiducia e timore al tempo stesso

da , il

    La Ferrari va sul rinnovato circuito di Silverstone che ospita il Gran Premio di Gran Bretagna con particolari motivazioni. Innanzitutto c’è da riscattare la pessima corsa di Valencia dimostrando di avere il potenziale per lottare con i migliori. In secondo luogo c’è da trovare conferme sugli ultimi sviluppi fatti a livello tecnico in un tracciato che, sulla carta, causa curvoni veloci, non si presenta favorevole alla F10. Per provare a fare il definitivo salto di qualità, gli ingegneri di Maranello presentano ulteriori modifiche alla monoposto che interessano l’ala anteriore e quella posteriore.

    FERNANDO ALONSO. Lo spagnolo si è fermato in questi giorni a Maranello per stare con la squadra ed allenarsi al simulatore. “E’ un momento cruciale della stagioneAlonso ricorda che ci sono da affrontare 3 gare in 4 caldissime settimane – Siamo pronti, sia dal punto di vista tecnico che da quello fisico. A Valencia abbiamo introdotto delle importanti novità sulla F10 e altre ne verranno portate a Silverstone e nelle gare successive”.

    NUOVO SILVERSTONE. Il nuovo circuito di Silverstone è stato promosso a pieni voti dalla MotoGP. Sarà lo stesso per la Formula 1? “Insieme ai tecnici stiamo studiando in questi giorni tutte le caratteristiche del nuovo tracciato analizzando le informazioni disponibili, come ad esempio le immagini delle gare di motociclismo che si sono svolte lì qualche settimana fa – ha spiegato Alonso - Giovedì mattina faremo un sopralluogo insieme al mio ingegnere per vedere gli ultimi dettagli, in particolare per verificare la presenza di alcuni saltellamenti sulla traiettoria”. La pista resta tutto sommato simile al passato con tante curve veloci che fino ad ora hanno messo in crisi la F10. “La configurazione della F10 introdotta a Valencia dovrebbe darci un vantaggio quindi meglio aspettare e vedere dove saremo. Poi c’è la pioggia, che a Silverstone non manca mai di fare da protagonista”, ha concluso il due volte iridato. La Ferrari riparte dalle ultime due apparizioni. In entrambe ha mostrato il potenziale per vincere sebbene abbia raccolto meno di quanto meritasse.