F1, Ferrari in India: Alonso consola, Massa infuria

Formula 1: la Ferrari commenta il Gran Premio d'India 2011

da , il

    ferrari gp india f1 2011

    Fernando Alonso sale sul podio del Gran Premio d’India 2011 e consente alla Ferrari di lasciare Nuova Delhi con una nota di consolazione. L’altra metà del box è decisamente furiosa con i commissari di gara che hanno penalizzato Felipe Massa per il contatto con Lewis Hamilton. Secondo la scuderia italiana, dovevano essere prese altre decisioni. Secondo Lewis Hamilton, non ci sono colpevoli. Il brasiliano tace e lascia il circuito senza fare dichiarazioni a caldo.

    FERNANDO ALONSO:“La partenza non è stata perfetta. Il circuito era nuovo e sono partito sulla parte pulita ma non ho trovato il grip che mi aspettavo. Lì ho perso la posizione. Gli altri sono partiti meglio. Poi ho lottato con Mark Webber per la terza posizione. Nel secondo pit stop, con mia sorpresa, lui si è fermato prima di me. Così ho fatto due giri in più e sono riuscito a superarlo. Sono ben felice di essere arrivato sul podio in questa prima gara in India e bere lo champagne è sempre positivo soprattutto su un circuito nuovo. Queste sono state settimane tristi con due incidenti che hanno colpito il mondo dei motori. Noi dobbiamo guardare avanti ma dobbiamo anche ricordare queste due persone fantastiche”.

    FERRARI - DOMENICALI: “Fernando Alonso ha fatto un’ottima gara. Devo dire che abbiamo sorpassato Webber con la strategia perché non c’era altra possibilità. Peccato per Felipe Massa: avrei visto diversamente la penalità dopo il contatto con Hamilton. Da lì le cose sono andate sempre peggio perché il colpo subito deve aver anche influito sulla sospensione che ha ceduto”.

    MASSA E HAMILTON. Felipe Massa non si è presentato al consueto ring per parlare ai giornalisti. Il brasiliano ha lasciato il circuito visibilmente contrariato per l’incidente con Lewis Hamilton e per la penalità subita. La materia è controversa. La Ferrari mostra rabbia nei confronti dei commissari e fa quadrato attorno al proprio pilota. Lui era davanti ad Hamilton che si stava infilando in un pertugio impossibile pertanto poteva scegliere dove andare pretendendo che il pilota McLaren alzasse il piede e rinunciasse all’attacco. L’anglo-caraibico, però, si è inserito in uno spazio lasciato libero dal brasiliano avendo automaticamente diritto ad avere almeno un pezzo di strada libero. Il campione del mondo 2008 non ha voluto fare polemiche nonostante l’episodio abbia rovinato anche la sua gara:“E’ stato un GP molto noioso. Almeno per me. Quello che è successo con Massa è un normale episodio di gara”.