F1, Ferrari ingaggia Hamashima: il capo Bridgestone aiuterà a capire le Pirelli

Formula 1: la Ferrari ingaggia Hiroide Hamashima, L'ex direttore sviluppo Bridgestone sarà l'uomo chiave per capire le gomme Pirelli

da , il

    Hirohide Hamashima ferrari

    Gran colpo della Ferrari. Hiroide Hamashima, già direttore dello sviluppo Bridgestone in Formula 1, arriva a Maranello. Il suo compito è dirigere il reparto dedicato a capire e studiare il comportamento degli pneumatici Pirelli. Una decisione analoga era stata presa dalla McLaren lo scorso anno ed i risultati in termini di prestazione si sono immediatamente visti. A confermare la mossa è stato Stefano Domenicali nel corso di un incontro con la stampa al Wroom 2012 di Madonna di Campiglio. Quello di Hamashima è l’ennesimo colpo di mercato firmato dal team principal del Cavallino per rafforzare l’intera struttura. Altri nomi sono arrivati nelle ultime settimane o stanno per essere ufficializzati a breve.

    HIROHIDE HAMASHIMAFERRARI. Così ha parlato Stefano Domenicali spiegando l’ingaggio di Hamashima:“Contribuirà a sviluppare la vettura e a risolvere i problemi di gomme visto che lo scorso anno abbiamo sofferto in alcune condizioni”. Suo anche il compito di fare da punto di collegamento tra il direttore tecnico Pat Fry e i referenti Pirelli.

    NUOVI ARRIVI IN FERRARI. Non solo Hamashima. Stefano Domenicali ha spiegato che altri nomi nuovi sono approdati a Maranello con l’obiettivo di migliorare la squadra. Contro il fenomeno Newey, unico ed irripetibile, aveva detto in tempi non sospetti l’imolese a capo della Ferrari, si deve rispondere con tante personalità di qualità. Il suo progetto sta prendendo decisamente forma. Un altro personaggio di spicco ufficialmente sotto contratto da Gennaio è Steve Clark proveniente dalla Mercedes. “Ha assunto l’incarico di responsabile dell’ingegneria di pista – ha confermato Domenicali – analogamente ad Hamashima, risponderà al direttore tecnico Pat Fry.” All’interno dell’organico, inoltre, sono arrivati rilevanti spostamenti strategici come il passaggio dell’apprezzato Marco Fainello alla direzione tecnica della Gestione Industriale per assumere un importante ruolo nel delicatissimo ambito della simulazione. Questa precisazione mette a tacere, per il momento, alcune voci che davano il tecnico italiano in procinto di raggiungere Aldo Costa in Mercedes.

    Foto: wikipedia