F1, Ferrari: l’ordine è partito da Montezemolo!

Formula 1: è stato Luca di Montezemolo a cambiare i piani Ferrari ed a chiedere un ordine di scuderia! Il Presidente, stufo dell'ostruzionismo di Massa, ha telefonato a Domenicali durante la gara mandando in tilt il muretto

da , il

    Ferrari: l’ordine è partito da Montezemolo!

    E’ stata una telefonata d’urgenza partita da Montezemolo ad obbligare Felipe Massa a lasciar passare Fernando Alonso. Da una parte della cornetta c’era Stefano Domenicali. Dall’altra lui, Mr. president. L’episodio, vero o falso che sia, non cambia la sostanza. La Ferrari ha deciso all’improvviso di cambiare i suoi piani ed ora è nella bufera con Domenicali convocati dai commissari. Lo abbiamo sempre difeso ma stavolta è impossibile non criticarlo pesantemente. Gli ordini di scuderia li usano tutti: possibile che in Ferrari non siano capaci di fare le cose per bene?

    FERRARI. La Ferrari si sta coprendo di ridicolo con grande merito. E’ incredibile cosa siano stati in grado di combinare durante il Gran Premio di Germania. Ma forse Stefano Domenicali è stipendiato dalla McLaren? Lo abbiamo sempre difeso ma stavolta c’è qualcosa che non quadra. Ci sono mille modi per gestire una situazione che vede il pilota di punta dietro alla seconda guida senza sporcarsi le mani. Tutti i team manager lo sanno. Tranne quello della Ferrari evidentemente. Era possibile dire a Felipe Massa che doveva “risparmiare carburante”. Era possibile effettuare un pit stop di un secondo più lento. Era possibile dire prima della gara a Felipe Massa che, qualunque cosa succeda, dovrà far passare Fernando Alonso. Forse Massa sapeva ma non ha voluto dar retta alla squadra fino a che non ha parlato la radiolina? In questo caso, allora, emerge una chiara mancanza di leadership. Comunque da criticare!

    LUCA DI MONTEZEMOLO. In realtà è successo qualcos’altro durante la corsa che ha cambiato l’impostazione data dal muretto all’evolversi degli eventi. Tenetevi forte: fosse stato per Domenicali, Massa avrebbe dovuto vincere. E’ stato Montezemolo con una telefonata perentoria ad interpretare quello che tutti i tifosi stavano pensando: Alonso deve passare davanti per riaprire il campionato mondiale. Regalare 7 punti agli avversari costerà caro quando a fine stagione si dovranno fare i conti. L’ordine immediato e brutale ha mandato in confusione il team che ha gestito la missione data dal Presidente in modo goffo e inadeguato. Le dichiarazioni del dopo gara, poi, hanno aggiunto altro ridicolo ad una situazione già di molto grottesca…

    STEFANO DOMENICALI. In evidente stato confusionale, Stefano Domenicali non è in grado né di gestire la nuova direttiva durante il GP né di dare risposte convincenti ai giornalisti a motori spenti. Vedremo cosa dirà ai commissari che nel dopo-gara lo hanno convocato d’urgenza. Il capo della Gestione Sportiva stavolta ha mostrato chiari limiti: non solo non ha previsto che Massa potesse trovarsi davanti ad Alonso. Ma quando ciò è accaduto ha pensato prima di lasciare le cose così com’erano rinunciando a punti importanti per il mondiale piloti e poi non ha saputo modificare il corso degli eventi in maniera naturale quando è arrivato l’ordine dall’alto di fare ciò che era più giusto.