F1, Ferrari: l’ultima promessa di Massa

Formula 1: la stagione 2010 arriva al suo epilogo

da , il

    massa ferrari f1 2010

    Se Felipe Massa non è riuscito a fare bene nel suo GP di casa, come potrà il pilota Ferrari aiutare Fernando Alonso in quel di Abu Dhabi? Eppure il brasiliano, analogamente a quanto fatto prima degli ultimi GP di quest’anno, promette ancora una volta di darsi da fare per agevolare il successo del compagno di squadra nel mondiale piloti della F1 2010. Le sue parole arrivano fresche fresche da quando è atterrato in Medio Oriente ed ha disputato sessioni di allenamento al simulatore per conoscere meglio una pista sulla quale non ha mai corso.

    FELIPE MASSA. Il Gran Premio del Brasile, nel quale nutriva grandi aspettative è andato malissimo. E la colpa non è solo del bullone montato male durante il pit stop. “Le qualifiche non sono andate bene - ricorda Massa - poi il problema al gallettone durante il mio pit-stop ha praticamente scritto la parola fine sulla mia corsa. Se non fosse stato per quello, credo che avrei potuto finire la gara nei primi cinque, il che sarebbe stato un buon risultato”. Buon risultato fino ad un certo punto. Al pilotino resta un ultimo GP per non rendere la propria annata completamente inutile. E, guardacaso, è proprio quello decisivo. Non per lui. Per Alonso e la Ferrari.

    GP ABU DHABI F1. Se non vuole farlo per aiutare Alonso, lo faccia almeno per orgoglio. Felipe Massa deve chiudere la stagione 2010 con una bella prestazione. Le dichiarazioni della vigilia sono cose già risentite:“La Ferrari è ancora in lotta per il titolo Piloti e spero proprio di poter combattere per le prime posizioni. Se riuscirò a portare a casa un bel piazzamento, togliendolo ai rivali di Fernando, potrò essere utile alla sua corsa per il campionato”. Ricordiamo che questo sarà il primo GP di Abu Dhabi per Massa che nel 2009 ha saltato l’ultima parte della stagione per l’incidente di Budapest. I programmi del brasiliano, evidentemente già proiettato al 2011 dove ripartirà alla pari con Alonso, sono quelli di conoscere la pista anche grazie all’uso del simulatore, disputare il Gran Premio domenica e poi dedicarsi ai test con i nuovi pneumatici Pirelli.