F1, Ferrari: Marchionne ammette “io preso per scemo”

F1, Ferrari: Marchionne ammette “io preso per scemo”
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, News F1, Sebastian Vettel, Sergio Marchionne
Ultimo aggiornamento: Domenica 19/02/2017 19:07

    F1, Ferrari: Marchionne ammette "io passato per scemo"

    Il silenzioso atteggiamento con cui la Ferrari si avvicina alla stagione 2017 di Formula 1 sta creando qualche imbarazzo all’interno della scuderia italiana. Qualcuno prova a rompere il muro d’omertà lasciandosi andare a frasi di circostanza e poco più. Poi ci pensa Sergio Marchionne a togliere le castagne dal fuoco ed a ribadire che quest’anno andrà così: niente proclami. Il 2016 ha fatto troppo male:“Sono sembrato uno scemo”, ha ammesso in una recente intervista.

    Ormai è noto di chi è la colpa: un anno fa, prima dell’inizio della vecchia stagione, James Allison ha fatto credere a Sergio Marchionne che la nuova Ferrari di F1 stesse nascendo sotto i migliori auspici. Il presidente gli ha creduto ed ha lanciato al vento dichiarazioni roboanti tali da farlo passare per scemo, appunto, una volta arrivato il verdetto della pista. A quel punto, dramma familiare a parte, il direttore tecnico non ha più avuto nessun appiglio ed è stato licenziato in tronco. “Devo ammettere di essere sembrato uno scemo - ha dichiarato il presidente del Cavallino Rampante a F1 Racing – ma mi ero fidato di un mio impiegato che mi aveva detto di avere una macchina quattro secondi più veloce dell’anno prima. Ormai, però, il problema è risolto”. Risolto per Marchionne che si è liberato di Allison. Risolto per il britannico che è diventato nuovo direttore tecnico della corazzata Mercedes. Male male non gli è andata…

    Anche Sebastian Vettel non si sbilancia quando viene interrogato sulla nuova Ferrari di F1 2017. Semmai, il pilota tedesco preferisce dilungarsi nello sviscerare le proprie aspettative in merito ai nuovi regolamenti:“Le nuove auto saranno molto più veloci ma non in rettilineo bensì in curva - ha spiegato a Channel 4 – ciò significa che noi piloti saremo sottoposti a maggiore forza G e la guida sarà più fisica. Un altro grande cambiamento riguarderà le gomme che saranno più larghe e ci daranno più aderenza. Sarà una grande sfida per tutti e penso che sarà importante poter tornare a spingere dal primo all’ultimo giro senza dover gestire troppo l’usura degli pneumatici. Dopodiché, anche se ci saranno meno sorpassi, la gente si divertirà lo stesso se le macchine andranno veloci e ci saranno gare tirate”, ha concluso il quattro volte iridato.

    520

    PIÙ POPOLARI