F1, Ferrari: Massa la carta in più per Alonso

Formula 1: Felipe Massa rappresenta un grande aiuto per Fernando Alonso

da , il

    massa alonso f1 2010 ferrari

    Felipe Massa è un jolly nelle mani di Fernando Alonso per le speranze di vittoria Ferrari? Il pilota spagnolo che muore dalla voglia di disegnare un terzo asso sul proprio casco si sta rendendo conto in questi giorni che il collega brasiliano può dargli un aiuto concreto proprio in Brasile. Sul circuito di Interlagos si trova a proprio agio come in pochi altri posti. E’ l’occasione giusta per inserirsi tra i piloti che lottano per il titolo vestendo i panni del guastatore

    FELIPE MASSA. I numeri non mentono. Da quando guida la Ferrari, Felipe Massa è sempre stato protagonista assoluto del GP del Brasile. Primo nel 2006; secondo nel 2007 con un punto interrogativo su quanto abbia regalato la vittoria a Kimi Raikkonen e quanto il finlandese se la sarebbe comunque ottenuta da solo; primo ancora nel 2008 quando tirò fuori attributi da fenomeno una volta sceso dalla macchina. In quell’occasione, lo ricordano tutti, perse il titolo mondiale all’ultimo curva dell’ultimo giro dell’ultimo GP, pur avendo tagliato il traguardo vincendo ed ancora virtualmente campione. Hamilton era dietro di lui di un abisso ma riuscì all’ultimo tuffo a scavalcare Glock. E quello gli bastò. Nel 2009 non c’era.

    GP BRASILE F1. “In un paio di giorni arriverà il momento di coprire la breve distanza fra la mia casa a San Paolo e il circuito di Interlagos – scrive Massa sul suo blog – di tante gare che ho dovuto saltare l’anno scorso questa è stata quella che mi è mancata di più”. Il pilotino è in Brasile da oltre una settimana. In questi giorni si è diviso tra impegni di lavoro come uomo immagine Ferrari e di piacere con la sua famiglia riunita. “Nelle ultime gare in Asia la monoposto si è comportata bene, il che è incoraggiante, ma è anche vero che la Red Bull s’impose l’anno scorso e sono sicuro che saranno di nuovo molto forti - spiega Massa – Non ci sono cambiamenti nel tracciato, che conserva intatte tutte le sue caratteristiche. Mi piace l’atmosfera che si respira qui e credo che sia un appuntamento piuttosto popolare nel nostro mondo: la pista è fantastica e di solito ci sono gare molto spettacolari perché ci sono sempre dei sorpassi”. Secondo il vicecampione del mondo 2008 uno degli elementi cruciali per Fernando Alonso sarà l’affidabilità. In secondo luogo, la differenza sarà fatta dai dettagli:“Il venerdì quando sarà utile completare tutto il lavoro in programma prima di affrontare le qualifiche. Sabato pomeriggio avremo distacchi molto contenuti, considerata la lunghezza del circuito. Domenica in gara la priorità sarà arrivare al traguardo, poi vedremo dove saremo”, conclude l’idolo di San Paolo.