F1, Ferrari: Montezemolo lancia la sfida finale

Formula 1: a pochi giorni dalla chiusura del mondiale 2010 di F1 con la gara decisiva di Abu Dhabi, il presidente della Ferrari dà la carica al gruppo ed a Fernando Alonso

da , il

    montezemolo ferrari f1 2010

    Il presidente della Ferrari, il buon Luca di Montezemolo, è in fibrillazione per via dell’ultimo Gran Premio stagionale che ad Abu Dhabi deciderà il vincitore del titolo mondiale di Formula 1 2010. La situazione è ben nota: Fernando Alonso è primo in classifica, ha un vantaggio risicato ma che gli consente di accontentarsi del secondo posto. I rivali sono dietro ma hanno macchine più performanti in grado di impacchettare una doppietta decisiva. E letale per le speranze italiane di successo. In un incontro a Roma, Luca Luca dichiara:“Vogliamo fortissimamente questa vittoria”.

    LUCA DI MONTEZEMOLO. Come abbiamo avuto modo di ricordare spesso, Luca di Montezemolo non è solo il Presidente della Ferrari. E’, soprattutto, il suo primo tifoso. E’ la più grande garanzia che il popolo Rosso possa avere del fatto che la Scuderia di Maranello sarà sempre ai massimi livelli del motorsport. “È una settimana di passione - ha detto senza esagerazioni a margine di un’audizione alla Camera parlando del cammino che lo sta portando verso il weekend di Abu Dhabima per me è una grande soddisfazione andare a giocarci il Mondiale nell’ultima gara e la soddisfazione sarà ancora più grande se vinceremo”. Gli avversari sono tosti:“Non corriamo da soli, né sarà una gara tra scapoli e ammogliati. Di sicuro però la Ferrari è forte e ha dimostrato di non arrendersi mai”.

    FERRARI F1. Se c’è un aspetto che Montezemolo sa tenere alto all’interno del gruppo è l’orgolio. Orgoglio di far parte della squadra più vincente di tutti i tempi. Una squadra che, ricorda il numero 1 del Cavallino:“Dal 1997 compreso, escluso uno o due anni abbiamo sempre vinto il mondiale piloti o costruttori e quando abbiamo perso è stato solo nell’ultima gara. Dal 1997 al 2010 siamo sempre ai massimi livelli”. Nonostante la Ferrari sia un grande simbolo dell’Italia nel mondo, nel nostro Bel Paese c’è sempre qualcuno che ama cantare fuori dal coro. Durante l’audizione un deputato leghista ha ammesso in faccia a Montezemolo di tifare McLaren. La risposta del Presidente è stata ironica ma decisa:“È scandaloso…”, ha detto sorridendo.