F1, Ferrari: Montezemolo non vuole arrendersi

Formula 1 2011: Luca di Montezemolo, presidente Ferrari, chiede alla Scuderia italiana di non mollare ancora la presa e puntare ad una difficile rimonta in campionato

da , il

    montezemolo presidente ferrari maranello

    In partenza per l’Estremo Oriente con finalità promozionali, il presidente della Ferrari suona la carica al suo gruppo di lavoro. Luca Cordero di Montezemolo è in versione tifoso quando chiede alla Scuderia di non fermarsi. E’ un anno duro ma “non molliamo la presa”, ha dichiarato sul sito ufficiale del Cavallino Rampante. “Nei giorni scorsi ho fatto il punto della situazione insieme a Stefano Domenicali e ai suoi tecnici – ha spiegato il numero 1 di Maranello Stiamo lavorando con il massimo impegno e si sono visti già dei miglioramenti rispetto alle prime gare, che sono frutto anche di un diverso approccio allo sviluppo della vettura”.

    FERRARI F1. “Sappiamo che la situazione è difficile ma non voglio sentire parlare di mollare la presa: dobbiamo cercare di progredire continuamente e di lottare per la vittoria ad ogni gara, com’è d’obbligo per la Ferrari”. Secondo Montezemolo è presto per gettare la spugna o fare bilanci. La Ferrari deve crederci ancora. Sarà la fine dell’estate, semmai, ad obbligare ad altri ragionamenti. “Penso sia stata una prima parte di stagione positiva per la Formula 1 – ha aggiunto parlando in generale dell’evoluzione della categoria – Devo dire che le gare sono tutte molto incerte e ricche di sorpassi, interessanti per il pubblico fino alla fine, sia sulle tribune sia in televisione. Era uno degli obiettivi che il nostro sport si era posto e credo sia stato raggiunto”.

    LUCA DI MONTEZEMOLO. Incontrando i giornalisti sul circuito del Mugello dove si era recato per assistere alla MotoGP, Montezemolo ha ribadito il concetto:“E’ un anno di passione: quest’inverno non mi sarei mai aspettato di avere un inizio così difficile”. Secondo il presidente della Ferrari le cause vanno ricercate in vari campi. Tra questi cita la galleria del vento non perfettamente calibrata che ha fornito dati non veritieri. “E’ un anno che va tutto bene agli altri, meno a noi. In Formula 1 capitano annate così, dove fila ogni cosa per il verso giusto: ce lo ricordiamo bene, pensando ad un passato non poi così lontano. Noi dobbiamo stringere i tempi e guardare avanti: ho grande fiducia nel nostro gruppo e nella maniera in cui sta reagendo, anche attraverso un diverso approccio, più aggressivo, che deve essere messo anche nel progetto della vettura del prossimo anno.” Quest’ultima frase è una chiara frecciata nei confronti dell’ex direttore tecnico Aldo Costa, accusato di avere un approccio troppo conservativo.

    ALONSO – FERRARI. Montezemolo, infine, si sofferma a parlare dei propri piloti ribadendo in modo netto la fiducia in Fernando Alonso, grande campione e non uno a caso, messo lì per far contento lo sponsor come qualcuno sostiene:“Alonso è un grande pilota e sono molto contento di aver firmato con lui un contratto così a lungo termine per avere una collaborazione profonda come l’abbiamo avuta con Michael Schumacher a suo tempo: il fatto che staremo insieme almeno fino al 2016 è una conferma che entrambe le parti sono contente di questo rapporto. Sono anche molto soddisfatto di Felipe che quest’anno sta reagendo molto bene”.