F1, Ferrari: Newey unico genio, tutti suoi i meriti delle vittorie Red Bull

Formula 1: la Ferrari rende onore alla vittoria Red Bull nella stagione 2011 facendo in complimenti ad Adrian Newey, ultimo genio vero della F1

da , il

    red bull adrian newey sebastian vettel

    La Red Bull ha una sola arma. Ma potentissima. Il suo nome è Adrian Newey. Con lui al vertice della parte tecnica non serve neppure avere un pilota del calibro di Sebastian Vettel per dominare in lungo ed in largo una stagione di Formula 1. Non a caso, nel Circus si è iniziato a prendere sul serio la scuderia dei lattinari proprio nel momento in cui a Christian Horner riuscì il colpaccio di portare in quel di Milton Keynes il progettista più vincente degli ultimi 20 anni. Missione nella quale ha fallito la Ferrari. A suo tempo.

    ADRIAN NEWEY. Stefano Domenicali si è fatto qualche remora nell’indicare Sebastian Vettel come leader assoluto. Al team principal Ferrari sono piovute delle critiche per questo. Troppe ed ingiuste. E’ lecito sostenere che, vista la giovane età, Vettel abbia ancora grossi margini di miglioramento e possa non ancora incarnare al 100% il ruolo del pilota uomo-squadra come riesce egregiamente a fare Fernando Alonso in quel di Maranello. Nessuno può contestare, invece, il giudizio del capo del Cavallino su Adrian Newey:“Non nego il lavoro della squadra ma è evidente che i meriti sono del genio di Adrian Newey. Ha ideato lui un progetto fantastico. In passato c’erano grandi personalità. Ora solo una c’è e l’ha la Red Bull”.

    FERRARI. Molti sono gli aneddoti che girano sul mancato arrivo di Adrian Newey alla Ferrari. Segnata per sempre dall’esperienza del mago John Barnard, siamo a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, la squadra di Maranello è sempre stata restia ad affidare i suoi progetti ad un unica personalità. Newey, si dirà, non è venuto in Italia perché la moglie era contraria. Nella vicenda c’entrarono persino i cani ai quali la famiglia è legatissima… Il punto è che il Cavallino Rampante vuole fare di necessità virtù. Rispondere al singolo con l’organizzazione ed il gioco di squadra. “I primi numeri che arrivano dalla galleria del vento sono incoraggianti. Sono molto ottimista. Abbiamo cambiato la nostra filosofia”, ha dichiarato Domenicali in un commento sulla Ferrari del 2012. Il capo delle Gestione Sportiva ha raccontato che la prima volta che ha visto il nuovo progetto è rimasto a bocca aperta.