F1, Ferrari: nuovo sponsor sarà sigaretta elettronica?

L'addio di Santander dalla F1 obbliga la Ferrari a trovare un nuovo sponsor che potrebbe arrivare dagli amici della Philip Morris

da , il

    F1, Ferrari: nuovo sponsor sarà sigaretta elettronica?

    La Ferrari si presenterà con un nuovo sponsor all’inizio della stagione di Formula 1 2018. Ufficializzato da tempo l’addio di Santander al Circus della F1, crediamo che i dirigenti della scuderia italiana abbiano preso provvedimenti con largo anticipo. Curiosamente, spunta un rumours molto particolare dalla Spagna: forte del legame con i tabaccai della Philip Morris, la Ferrari potrebbe portare in Formula 1 la sigaretta elettronica.

    Ricordiamo che è vietato pubblicizzare il tabacco tant’è che nel corso degli anni sono spariti tutti i marchi di questa industria… compreso quello Marlboro, di proprietà della Philip Morris, che – però – resta in modo occulto visibile nel logo della Scuderia Ferrari. Non solo, Maurizio Arrivabene proviene proprio dalla multinazionale delle sigarette in cui ha militato per anni e anni a fianco del team di Maranello.

    Secondo ABC Sports, la sigaretta elettronica IQOS potrebbe essere il nuovo sponsor della Ferrari in Formula 1.

    Ferrari: sigaretta elettronica in Formula 1

    IQOS è una sigaretta elettronica di nuova generazione nata da anni di ricerca e frutto di investimenti consistenti che garantisce un risultato migliore delle sigarette elettroniche tradizionali e con effetti meno dannosi. Almeno stando a quanto dichiara il produttore Philip Morris.

    La relazione tra Marlboro e Ferrari va avanti ininterrottamente dal 1984. Nella prima decade degli anni 2000, per compensare le leggi che vietavano di esporre il marchio sulle monoposto, Marlboro era divenuto persino title sponsor della Scuderia Ferrari. Dal 2010 nessuno più ha vantato questo privilegio.

    Ferrari: 2018 anno del titolo?

    Si è chiusa la stagione 2017 di Formula 1 con un sapore agrodolce per la Ferrari dato che è sfumato il titolo piloti per problemi di affidabilità ma si è registrata la tanto attesa inversione di rotta:”Abbiamo avuto gare sfortunate mentre la Mercedes è stata solida e costante tutto l’anno – ha ricordato Sebastian Vettel – non siamo stati abbastanza bravi per tenere aperto il campionato fino all’ultima gara ma sappiamo cosa fare per rimediare tutti i problemi. La crescita avuta dal 2016 dimostra che siamo sulla strada giusta”.