F1, Ferrari: parte la missione Brasile 2010

Formula 1: la Ferrari va verso il Gran Premio del Brasile con grandi aspettative e grandi timori

da , il

    Gran Premio del Brasile di F1 2010: un’altra gara da inserire nella storia? Il team Ferrari ne è convinto. Negli ultimi cinque anni la corsa di Interlagos ha deciso la vittoria del titolo mondiale. In almeno un paio d’occasioni, 2007 e 2008, siamo stati di fronte ad un qualcosa di letteralmente epico. Stavolta il GP del Brasile non è l’ultima gara in calendario ma ciò non toglie che, al termine delle ostilità, molto, moltissimo, sarà cambiato per i piloti in lizza per la conquista dell’alloro iridato. Stefano Domenicali lo sa e cerca di tenere il livello di concentrazione della propria squadra a livelli stellari. L’obiettivo non è vincere ma avvicinarsi ancora un po’ alla matematica certezza.

    GP BRASILE F1 2010. Siamo all’edizione numero 38 di una gara che, da quando è stata collocata a fine stagione, vale a dire dal 2004, ha sempre regalato momenti unici di emozioni sportive. Come fanno notare sul sito Ferrari, la nazione di San Paolo ospiterà nel 2014 i mondiali di calcio e nel 2016 le Olimpiadi. Questi eventi, però, dovranno faticare non poco per eguagliare la popolarità ed il successo che il GP del Brasile di F1 si è guadagnato negli anni.L’uomo di casa è senza dubbio Felipe Massa. Ad Interlagos ha vinto due volte nel 2006 e nell’amarissimo 2008. Nel 2007 è toccato a Kimi Raikkonen autore di una insperata rimonta su Lewis Hamilton. In totale i successi Ferrari sono dieci. Fernando Alonso, leader del mondiale, invece, non è mai salto sul gradino più alto del podio ma un terzo ed un secondo posto rispettivamente nel 2005 e 2006 gli hanno regalato due campionati. “Andiamo in Brasile con lo stesso spirito con cui siamo andati a giocarci le nostre carte nelle ultime gare: concentrati sul nostro lavoro, determinati ad ottenere il massimo da ogni opportunità, consapevoli che i conti si faranno ad Abu Dhabi”, ha ricordato il pilota spagnolo.

    FERRARI. “Non credo che il titolo si assegnerà questa domenica ma certamente sarà una gara molto importante: chi dovesse perdere troppi punti in Brasile sarebbe in grave difficoltà ad Abu Dhabi”, ha detto Stefano Domenicali in un’intervista sul sito Ferrari. “L’approccio che il team avrà in queste ultime due tappe sarà quello giusto, tenendo presente la forza dei nostri rivali McLaren e Red Bull – prosegue il team principal del Cavallino – Abbiamo visto quanto possano essere complicate le gare durante questo campionato, il che significa che dovremo essere molto prudenti”. La F10 avrà qualche piccola novità aerodinamica, ma nulla di significativo:“La differenza la faranno l’affidabilità e la tenuta mentale. Ci aspettiamo una Red Bull come sempre molto forte e una McLaren che potrebbe avere degli aggiornamenti ed essere quindi più veloce ed in piena lotta per il vertice”, ha concluso.