F1, Ferrari: preso Antonio Giovinazzi, lo ha voluto Marchionne!

F1, Ferrari: preso Antonio Giovinazzi, lo ha voluto Marchionne!
    F1, Ferrari: preso Antonio Giovinazzi, lo ha voluto Marchionne!

    Antonio Giovinazzi l’aveva detto: il mio primo obiettivo per il 2017 è la Formula 1. Ed è stato accontentato: nei suoi confronti si è fatta avanti la Ferrari che, per bocca di Sergio Marchionne, ha ufficializzato il suo ingaggio come terzo pilota. Il 23enne italiano giunto secondo nel campionato GP2 nell’anno del suo debutto in categoria ha ricevuto anche un’offerta molto interessante da parte della Mercedes per correre nel DTM ed il suo manager stava valutando altre possibilità come quella di partecipare al mondiale Endurance. Tuttavia, il sogno di indossare una tuta rossa non ha eguali. Inoltre, l’idea di giocarsi le proprie carte da collaudatore e tester per poi tentare di occupare nel 2018 il sedile di Raikkonen o Vettel come titolare in Formula 1, è un richiamo che non può passare inascoltato.

    Sergio Marchionne ha incontrato i giornalisti nella conferenza stampa di fine anno a Maranello ed ha annunciato l’ingaggio di Antonio Giovinazzi da parte della Ferrari. Nella stagione 2017 c’è in programma per lui un ruolo chiave: quello di tester e collaudatore nonché terzo pilota della scuderia di Formula 1. Il suo nome circolava attorno a Maranello già da diverse settimane. Da prima dello sfortunato epilogo della stagione 2016 di GP2 in quel di Abu Dhabi quando ha visto sfumare il sogno di vincere al debutto la categoria per eccellenza propedeutica alla F1. Giovinazzi si è messo in mostra alla grande ma, come tanti altri bravi italiani, ha faticato a trovare spazio dato che non ha uno sponsor alle spalle tale da garantirgli un sedile (da pagante) su un team minore. Tutto quello che sta arrivando, se lo è sudato. E meritato.

    Giovinazzi in ferrari

    Antonio Giovinazzi ha già 23 anni. Il suo nome è arrivato al grande pubblico relativamente tardi. Quindi, ora o mai più: la chiamata da parte della Ferrari rappresenta un’occasione unica per ogni pilota che sogna di correre in Formula 1. Per lui, qualora si crei una serie di fortunate coincidenze, potrebbe persino spalancarsi la porta d’ingresso principale.

    Non è un mistero che Raikkonen abbia intenzione di appendere il casco al chiodo alla fine del 2017. Non è un mistero neppure che Sebastian Vettel stia pensando di accasarsi altrove in vista del 2018. E’ altresì nota la volontà di Marchionne di valorizzare il carattere italiano della Scuderia Ferrari di Formula 1 e di puntare su nomi di sostanza benché non altisonanti. Il presidente del Cavallino Rampante ha fatto già scelte importanti sul fronte dei tecnici chiamati a progettare la nuova monoposto. Antonio Giovinazzi è tutto questo in versione pilota. La scelta di puntare su di lui e valorizzarlo è perfettamente coerente:”Non prendiamo Giovinazzi per emulare l’esempio di Max Verstappen, che è un caso unico. Lo prendiamo perché è un ottimo pilota e la Ferrari bisogno di giovani pronti a entrare”, ha spiegato il presidente della Ferrari. E sugli attuali titolari che hanno il contratto in scadenza tra 12 mesi, ha aggiunto:”Ho visto il Raikkonen migliore di sempre, ma non so se vorrà andare oltre il 2017. Del rinnovo di Vettel è presto per parlare perché prima deve trovarsi bene con la macchina dell’anno prossimo. Noi dobbiamo dargli auto competitiva, lui deve guidare sereno”.

    613

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ferrari F1Formula 1 2017News F1Sergio Marchionne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI