F1, Ferrari: stop alle delusioni, imbattibili dal 2012

Formula 1: il team principal della Ferrari Stefano Domenicali annuncia la nascita di una nuova squadra imbattibile che dal 2012 tornerà a non regalare più delusioni ai tifosi italiani

da , il

    ferrari formula 1 domenicali 2011 2012

    Stefano Domenicali manda un messaggio chiaro al mondo della Formula 1: questa sarà l’ultima stagione di sconfitte per la Ferrari. Nonostante la Red Bull sembri una corazzata imbattibile, già dal 2012 il vento soffierà verso un’altra direzione. Ne è convinto il team principal di Maranello che anticipa:“Stiamo preparando una struttura imbattibile che farà della forza del gruppo l’arma vincente contro il genio di Adrian Newey”. Il capo Ferrari spiega anche che stavolta non sarà fatto l’errore di abbandonare lo sviluppo della monoposto attuale per voltare pagina ma la 150° Italia sarà il laboratorio dal quale nasceranno le migliori idee per la nuova macchina.

    FERRARI – DOMENICALI. “Questo sarà l’ultimo anno deludente”, ne è convinto Stefano Domenicali che in un’intervista a Repubblica ha fatto il punto della situazione su presente e futuro della Scuderia italiana. “Todt ha vinto molto ma ha comunque impiegato del tempo per costruire un team vincente – ha ricordato l’imolese – Potrei sembrare pazzo con una Red Bull del genere, ma sono convinto che stiamo gettando le basi di una struttura imbattibile”, ha sparato alto il capo della Gestione Sportiva del Cavallino. “Non ci sarà nessun uomo singolo al timone, come alla Red Bull con Newey, ma un team – il boss del muretto Ferrari ha portato l’esempio di Alonso come cartina di tornasole della bontà del piano d’azione messo sul tavolo - Crede nel progetto, ha firmato fino al 2016, è a metà carriera. Un vincente come lui non rischierebbe se non fosse più che convinto”.

    FERRARI 2012. Domenicali bolla come errori quelli fatti in passato quando è stato deciso di abbandonare il progetto della stagione attuale per dedicarsi a quella successiva. Nonostante la stagione 2011 sia persa, il 2012 può attendere. In un certo senso:“Alcuni degli attuali e cruciali sviluppi saranno le basi per l’anno prossimo. Il punto cruciale è capire come usare a pieno le gomme in ogni condizioni”. Obiettivo del responsabile aerodinamico Pat Fry e degli altri uomini della scuderia italiana è sperimentare gli assetti e portare avanti il lavoro in modo aggressivo da qui alla fine della stagione.

    FERNANDO ALONSO. Il pilota spagnolo crede nel progetto. Lo ha dimostrato il rinnovo del contratto con la Rossa, inedito per un pilota già stra-affermato così a lungo termine. Domenicali lo definisce semplicemente “fenomenale”. “Questo è uno sport molto complesso: quando si fa scendere in pista la vettura a febbraio, si possono avere sorprese, positive o negative. Ma so che alla Ferrari ci sono le persone giuste per essere competitivi”, ha affermato Fernando Alonso. Proprio l’andamento dei test invernali ha fatto cadere lo scorso maggio la sciabola sulla testa di Aldo Costa, ora dato in procinto di entrare nel team Mercedes GP dove troverebbe in Ross Brawn un grande estimatore. Domenicali ha raccontato che è stato un trauma scoprire ad inizio stagione che la Ferrari era oltre un secondo dietro rispetto alla Red Bull:“E’ stato scioccante e inaccettabile. Durante i test di febbraio ho sentito che tutto andava bene ma a marzo non era così. Siamo stati superficiali sugli scarichi, uno strumento per progredire che abbiamo sottovalutato. Le aree che possono fare la differenza devono essere identificate, se possibile, ancor prima dei nostri rivali”.