F1, FIA: nuove prove contro la Ferrari per gli ordini di scuderia

Formula 1: la Fia raccoglie nuove prove e nuove registrazioni di comunicazione radio per inchiodare la Ferrari dopo gli ordini di scuderia del Gran Premio di Germania nel quale Felipe Massa ha lasciato passare Fernando Alonso

da , il

    La Ferrari rischia grosso. In merito ai presunti ordini di scuderia durante il Gran Premio di Germania la FIA vuole andare dritta fino in fondo ed ha raccolto già prove “interessanti” sulla colpevolezza del team di Maranello. Il Consiglio Mondiale che si terrà l’8 di settembre, quindi, potrebbe rendere molto amaro il Gran Premio d’Italia per i tifosi del Cavallino. Le possibilità che si debba riscrivere la classifica ci sono. Anche se, probabilmente, l’eventuale penalità andrà a cadere solo sul campionato costruttori.

    ORDINI DI SCUDERIA FERRARI. Utilizziamo un punto di vista razionale. La Ferrari è già stata multata per l’ordine di scuderia del Gran Premio di Germania. Pertanto è già stata considerata colpevole. Adesso il Consiglio Mondiale dovrà prendere provvedimenti in merito analizzando le prove in suo possesso. Le prove altro non sono che le registrazioni delle comunicazioni radio. “Fernando è più veloce di te! Puoi confermare di aver capito il messaggio?”. Il messaggio dell’ingegnere di pista Rob Smedley a Felipe Massa è considerato al pari di una comunicazione in codice che significa “fatti passare da Alonso”. Qualche giro prima a Massa era stato detto:“E’ necessario accelerare il passo perché Fernando è veloce”. Sempre dalle registrazioni, invece, non sembra che il pilota spagnolo abbia apertamente richiesto di avere strada libera. Alonso si sarebbe solo sfogato con quel “E’ ridicolo” riferito al comportamento esageratamente rischioso messo in atto dal compagno di squadra. Le parole di Andrea Stella in quella situazione sono state:“Abbiamo ricevuto il tuo messaggio! Abbiamo ricevuto il tuo messaggio!”. Nulla più. Un punto di vista razionale, dicevamo, ci obbliga a considerare la Ferrari già colpevole. Il Consiglio Mondiale, quindi, non dovrà discutere se l’infrazione del regolamento ci sia stata o meno. Questo è assodato. Il Consiglio Mondiale dovrà valutare se dare una pena ulteriore oppure no. E’ possibile che il tutto finisca con un’ammonizione (in stile McLaren per le menzogne dette ai commissari durante il GP d’Australia 2009). Oppure potrebbe arrivare una penalizzazione in termini di punti nella classifica mondiale (sempre in stile McLaren, stavolta anno 2007 per la spy-story). Per il bene dell’immagine di questo sport è auspicabile che l’ordine di arrivo non venga rimaneggiato a due mesi dai fatti. E per il bene del campionato è sperabile che Alonso si tenga tutti i punti racimolati fino a quel momento. L’8 settembre in Place de la Concorde a Parigi, al posto di Jean Todt, ci sarà il suo vice Graham Stoker.

    FIA F1. Formula 1 in pausa forzata ma FIA molto attiva in questo mese di Agosto. Oltre a preparasi al Consiglio Mondiale nel quale sarà discusso il caso Ferrari-Hockenheim. tra una settimana saranno convocati a Parigi i rappresentanti dei team che vogliono entrare nella stagione 2011 come tredicesima scuderia. Dopo che la ART GP e gli americani del gruppo Cypher hanno ritirato la loro candidatura, restano in lizza l’accoppiata Villeneuve-Durango, la Epsilon Euskadi di Joan Villadelprat e, secondo le ultime indiscrezioni, la mai doma Stefan GP.