F1 GP Silverstone 2012, qualifiche: Alonso torna in pole

da , il

    Gp Silverstone 2012, il venerdi pre gara

    AP/LaPresse

    Riapre il libro della storia Fernando Alonso, che al capitolo pole position scrive Silverstone 2012. Un’astinenza durata ben 31 gare, dall’esotica Singapore 2010. In condizioni meteo al limite, lo spagnolo ha saputo interpretare al meglio l’aderenza via via mutevole, tirando fuori tutto il potenziale della F2012 e piazzandosi davanti a un coriaceo Mark Webber, l’unico in grado di insidiare la cattiveria di Alonso.

    Un distacco minimo tra i due, appena 5 centesimi che fanno la differenza tra la pole e lo stare accanto. In seconda fila partiranno il Maestro e lo studente: Schumacher e Vettel che si sono messi dietro Massa, Raikkonen, Maldonado, Hamilton, Hulkenberg e Grosjean. Quest’ultimo non ha potuto partecipare alla Q3 per esser rimasto fermo nella via di fuga al termine della seconda eliminatoria.

    Hanno giocato a poker nell’ultima eliminatoria delle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone i piloti in pista: un mix di gomme da bagnato estremo e intermedie ha caratterizzato le scelte dei dieci a giocarsi la pole position. Raikkonen e Schumacher hanno fatto i primi tempi con le gomme full wet, mentre Hamilton ha sostituito la scelta iniziale con le intermedie, seguendo quanto fatto dai ferraristi e dalle due Red Bull.

    Prima serie di giri con Alonso davanti a Schumacher e Vettel, ma la pole si sarebbe decisa nelle ultime battute, considerando l’evoluzione continua dell’asfalto e delle condizioni di aderenza.

    Le gomme da bagnato estremo sono servite solo per il primo tentativo, visto che Schumacher e Raikkonen si sono fermati a cambiarle, mentre Massa otteneva il miglior tempo con 1 decimo di vantaggio su Alonso a 3 minuti dal termine delle qualifiche. Sugli scudi Mark Webber, meglio di Vettel: l’australiano a pochi secondi dalla bandiera ha distanziato tutti prendendosi la pole virtuale con 1’51″7, ma Alonso è riuscito a rispondere e strappare la partenza davanti a tutti domani.

    Qualifiche GP Gran Bretagna – eliminatoria 2

    Se la Q1 aveva visto le intermedie protagoniste, la seconda eliminatoria delle qualifiche ha imposto le gomme da bagnato estremo per molti piloti. Su Silverstone si è abbattuto un nubifragio con tantissima acqua in pista e il problema dell’acquaplaning già sperimentato venerdì.

    I ferraristi hanno azzardato un giro con le intermedie, salvo esser costretti a rientrare ai box per montare le heavy rain: tempo perso dal box, con un giro sprecato. Vergne ha ottenuto il primo crono (2’00″) poi scavalcato da Perez. Fuoripista Michael Schumacher, che ha ripreso dopo pochi istanti. Condizioni critiche, che hanno visto esaltarsi Hamilton, in scia a Perez, mentre Vettel ha agguantato la decima posizione con 2’00″6. Brivido per Alonso, che si è salvato per pochi centimetri in uscita dalla Chapel: la F2012 si è intraversata in uscita puntando il muretto interno, ma lo spagnolo è riuscito a controllarla e proseguire.

    Sempre lo spagnolo ha chiesto la sospensione delle prove via radio, mentre Schumacher ha commesso diversi errori e non è riuscito a far meglio della 14ma posizione. La scelta effettuata a inizio Q2 da parte della Ferrari si è rivelata penalizzante: il giro perso a inizio sessione, con la pista ancora in condizioni accettabili, ha relegato Alonso 16mo e Massa 15mo.

    Perez, Hamilton, Rosberg, Vergne, Hulkenberg, Kobayashi, Raikkonen, Webber, Ricciardo e Vettel nella top ten, quando è stata esposta la bandiera rossa a 6 minuti e 19 secondi dalla conclusione. Provvisoriamente fuori dalla Q3 Maldonado, Di Resta, Grojean, Schumacher, Massa, Alonso e Senna.

    Dopo oltre un’ora di interruzione, le qualifiche sono riprese con la pista molto bagnata ma senza pioggia e con le stesse gomme da bagnato estremo, tranne Raikkonen, Perez e Kobayashi che hanno cercato il jolly provando le intermedie. Le condizioni del circuito sono apparse immediatamente migliori, consentendo a tutti di abbassare i tempi. Classifica riscritta giro dopo giro e solo sotto la bandiera a scacchi si è avuto il quadro dei piloti ammessi alla Q3. Sono rientrati nella top ten Hamilton (1’54″897), Hulkenberg, Schumacher, Webber, Grosjean – fuori dai giochi perché fermo nella via di fuga -, Massa, Raikkonen, Maldonado, Alonso e Vettel, rientrato per 7 centesimi.

    Esclusi Di Resta, Kobayashi, Rosberg, Ricciardo, Senna, Vergne e Perez.

    Qualifiche GP Gran Bretagna – eliminatoria 1

    Temperatura di 17° C a dare il benvenuto ai piloti, costretti a montare le gomme intermedie con una leggera pioggia che è tornata a tormentare Silverstone nella prima eliminatoria delle qualifiche. Immediatamente tutti in pista al semaforo verde, con il rischio dietro l’angolo di condizioni meteo in rapido peggioramento. Una qualifica iniziata in salita per Kimi Raikkonen, senza Kers sulla Lotus.

    Kobayashi è stato il primo a realizzare un tempo, con 1’50″4 e il record nel secondo settore. Il tempo del giapponese della Sauber è stato migliorato da Schumacher, autorevolmente sotto l’1’50″ (1’49″935). Ma il continuo girare di tutte le vetture in pista e la maggior confidenza con le gomme intermedie ha portato una rapida evoluzione in cima: Ricciardo, Maldonado, sono alcuni dei piloti arrivati nelle zone alte della classifica.

    Come facilmente prevedibile, la pioggia a tratti ha creato condizioni miste mai sperimentate fino alle qualifiche: la parola d’ordine per tutti i piloti è stata “restare in pista a lungo”. A 10 minuti dal termine, le prime posizioni della classifica erano occupate da Maldonado (1’47″1), Ricciardo, Perez, Vergne, Kobayashi: tutti racchiusi in 7 decimi. In difficoltà Rosberg, ai margini della zona eliminazione, come anche Button e Raikkonen.

    Le Sauber hanno rischiato la carta delle gomme da asciutto morbide, con Vettel in testa autore di 1’46″2, ma dopo un solo giro sono tornate alle intermedie.

    Eliminatoria decisa a 3 minuti dal termine, quando la pioggia è iniziata a scendere copiosamente in alcuni tratti della pista. Pic, Karthikeyan, De la Rosa, Glock, Kovalainen, Petrov e Button finiscono fuori in Q1. Miglior tempo per Vettel (1’46″279) davanti a Hulkenberg, Maldonado, Perez, Alonso e Schumacher: tutti compresi in 3 decimi.

    Classifica qualifiche GP Gran Bretagna 2012 – Silverstone

    1. ALONSO 1’51″746

    2. WEBBER 1’51″793

    3. SCHUMACHER 1’52″020

    4. VETTEL 1’52″199

    5. MASSA 1’53″065

    6. RAIKKONEN 1’53″290

    7. MALDONADO 1’53″539

    8. HAMILTON 1’53″543

    9. HULKENBERG 1’54″382

    10. GROSJEAN

    11. DI RESTA 1’57″009

    12. KOBAYASHI 1’57″071

    13. ROSBERG 1’57″108

    14. RICCIARDO 1’57″132

    15. SENNA 1’57″426

    16. VERGNE 1’57″719

    17. PEREZ 1’57″895

    18. BUTTON 1’48″044

    19. PETROV 1’49″027

    20. KOVALAINEN 1’49″477

    21. GLOCK 1’51″618

    22. DE LA ROSA 1’52″742

    23. KARTHIKEYAN 1’53″040

    24. PIC 1’54″143 (FUORI DA 107%)