F1 Hall of Fame, FIA: sarà realtà entro fine 2017

FIA molto attiva su tutti i fronti: Todt annuncia la nascita della Hall of Fame del motorsport a dicembre 2017

da , il

    F1 Hall of Fame, FIA: sarà realtà entro fine 2017

    Esiste una “Hall of fame” ufficiale della Formula 1? Non ancora. Ma solo per poco. La FIA ha deciso di muoversi ed ha annunciato che sarà aperta nel dicembre del 2017 per allineare la categoria regina del motorsport a quanto fatto da tante altre discipline. A rendere nota questa anticipazione è stato Jean Todt in persona: “Il prossimo dicembre apriremo la Hall of fame della FIA alla quale stiamo lavorando già da tre anni – ha spiegato il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile – sarà realizzata una Hall of fame a Parigi ed una a Ginevra. Ricorderemo anche persone che non vi sono più e che torneranno a rivivere grazie alle immagini. Sarà un qualcosa di affascinante”, ha aggiunto Todt facendo capire che l’iniziativa riguarderà, giustamente, tutti gli sport a quattro ruote e non solo la Formula 1.

    F1 News: FIA attende per risolvere la grana sorpassi

    La nascita della “Hall of fame” denota una certa programmazione strategica da parte della FIA che ha iniziato a lavorare sul progetto ben 3 anni fa. Appena 12 mesi fa o poco più, invece, è nato il lavoro sugli attuali regolamenti tecnici che stanno dando qualche delusione. Le monoposto sono sì belle e veloci ma non garantiscono facili sorpassi. Ad ogni modo, la Federazione ha intenzione di aspettare ancora qualche Gran Premio prima di considerare la faccenda come un vero problema. Jean Todt non ha ancora fatto suonare l’allarme rosso e non ha intenzione di prendere provvedimenti estremi. A supportare la sua posizione, ci sono anche autorevoli addetti ai lavori:”A Melbourne non ci sono mai stati tanti sorpassi storicamente”, ha osservato Niki Lauda. “In Australia è successo spesso di chiudere la gara nella stessa posizione in cui si è partiti soprattutto quando non c’era il DRS” , ha aggiunto Felipe Massa. “Le nuove monoposto sono più larghe e aprono meglio l’aria, ciò significa che quando c’è un rettilineo lungo è molto più semplice avvicinarsi a chi è davanti” , ha fatto notare Valtteri Bottas. “Aspettiamo con interesse le gare di Cina e Bahrain perché i circuiti di Shanghai e Sakhir hanno lunghi rettilinei e potremo vedere com’è realmente la situazione. Come soluzione, stiamo pensando di estendere le zone DRS” , ha anticipato il direttore di corsa Charlie Whiting.

    F1 News: FIA pensa di aiutare la McLaren

    La FIA si mostra molto attiva anche nel tutelare l’immagine dei marchi storici. E, in particolare, il caso della McLaren che sta affrontando al terza stagione di piena crisi tecnica. E allora? Allora gli uomini capeggiati da Jean Todt potrebbero mettere in campo qualche azione per far rientrare la power unit Honda all’interno del range ipotizzato ad inizio stagione e stimato in circa 3 decimi al giro di differenza tra il peggiore ed il miglior motore in pista. Il tutto sarebbe finalizzato al 2018, previa approvazione da parte dello Strategy Group e della F1 Commission e successiva ratifica del Consiglio Mondiale del Motorsport. Il primo incontro dello Strategy Group avverrà il 25 aprile con l’obiettivo di presentare entro fine mese una prima bozza di regolamento 2018.