F1, Hamilton nei guai: mette “like” a post anti FIA, Vettel e Ferrari

Un fan su Instagram attacca la FIA, Vettel e la Ferrari con un post e Hamilton ci mette il 'like': ora è bufera!

da , il

    F1, Hamilton nei guai: mette “like” a post anti FIA, Vettel e Ferrari

    Lewis Hamilton è autore di una gaffe che rischia di pagare cara: il pilota della Mercedes di Formula 1 ha messo “like” ad un post su Instagram di un fan che offende senza mezze misure l’operato della FIA nel non appesantire la pena inflitta a Sebastian Vettel e alla Ferrari dopo i fatti di Baku.

    Nel post in cui compare il faccione di Vettel attapirato si legge:”Ho perso tutto il rispetto per la FIA, la Ferrari e Sebastian Vettel dopo la decisione. Passa il messaggio che qualunque cosa tu faccia in pista puoi passarla franca chiedendo scusa. Se fosse successa una cosa del genere a Lewis lo avrebbero squalificato, multato e gli avrebbero tolto i punti in classifica. La FIA è un insieme di gente stupida, faziosa e a favore della Ferrari come sempre”.

    Curiosamente, facciamo notare che dalla parte della Ferrari, invece, ci si lamenta che la FIA ha sempre strizzato l’occhio ai team inglesi e Hamilton l’ha sempre passata liscia nonostante sia stato protagonista di una lunga serie di piccole/grandi scorrettezze nella sua decennale carriera. Forse, quindi, la verità sta nel mezzo.

    Hamilton non doveva mettere “like”: ora rischia pure lui

    Lewis Hamilton era uscito indenne dai fattacci di Baku. Aveva provocato Vettel e Vettel era caduto nella sua rete. Perché andarsi a dare la zappa sui piedi con quel “like” fatale?

    Viene logico aspettarsi che la FIA prenda atto della mossa di Hamilton e ne tragga le dovute conseguenze. Vettel era stato sanzionato anche nel GP del Messico del 2016 per aver messo in discussione l’operato del direttore di corsa Charlie Whiting e, nella reprimenda subita dopo il GP di Baku è stato sottolineato che i piloti devono essere degli esempi per i giovani sia dentro che fuori dalla pista.

    Si tratta di uno scivolone pesante per Hamilton che, a poche ore dalla sentenza che umilia Vettel e lo rende il “cattivo” dei due, si mette nelle condizioni di non essere più la vittima senza macchia.

    Nello specifico, non si tratta di aver “approvato” una semplice manifestazione di dissenso rispetto alla mano “troppo morbida” della FIA nei confronti di Vettel dopo il gravissimo fatto di Baku. Bensì si tratta di aver offeso l’onorabilità e la reputazione del governo della Formula 1 oltre che dei propri principali avversari (Ferrari e Vettel).

    Cosa accadrà adesso? Hamilton se la caverà con delle scuse e con un rimprovero. Crediamo. Probabilmente quelle scuse avverranno proprio alla vigilia del GP d’Austria, nello stesso momento in cui Vettel dovrà porgerle ad Hamilton nel rispetto di quanto stabilito dalla stessa Federazione dopo l’incontro del 3 Luglio a Parigi. Ci sarà da divertirsi.

    Lewis just liked. Am literally shaking right now..

    A post shared by TillyKeeperFan (@tillykeeper_tkfan) on