F1, Hamilton: resto in McLaren! A patto che…

Formula 1: Lewis Hamilton smentisce trattative con la Red Bull

da , il

    hamilton mclaren f1 dennis

    Mentre si gode il debutto con la Nascar (vedi video), Lewis Hamilton ribadisce amore e fedeltà alla scuderia McLaren F1. I recenti rumors che lo davano in segrete trattative con la Red Bull sono stati smentiti dal diretto interessato e dal suo manager. Il tutto, ovviamente, a patto che la squadra di Woking gli dia una monoposto competitiva, vale a dire che lo metta nelle condizioni di lottare per il titolo mondiale. In sostanza, quindi, non c’è molto di nuovo sotto al sole se non la voglia di tenere ancora viva la notizia sui siti e sui giornali. Aspetto, quest’ultimo, da non sottovalutare.

    HAMILTON – MCLAREN. “La McLaren è uno dei migliori team con una grande storia alle spalle ed ora abbiamo un’auto capace di vincere, come ha mostrato il mio compagno di squadra lo scorso weekend. Sono fortunato ad essere qui e non vedo ragioni particolari per andarmene”, ha spiegato Hamilton. Il pilota di Woking non ha negato incontri con altri team, precisando che non sta discutendo con loro il suo futuro:“Parlo spesso con Stefano Domenicali ed anche con Norbert Haug e Christian Horner”. Altra conferma arriva dal manager Simon Fuller:“Non ci sono colloqui con la Red Bull e con Ferrari. Se dovessimo avviare dei colloqui, la prima cosa da fare sarebbe farlo con la McLaren”.

    VIDEO HAMILTON IN NASCAR. Come promesso, Lewis Hamilton ha debuttato con una vettura della NASCAR series. A Watkins Glen ha effettuato un divertente scambio di volante con Tony Stewart. “Oggi mi sono sentito come un bambino ed è stato bello tornare ad essere così. Guidare una Formula 1 ovviamente è divertente, ma il lato competitivo rende tutto molto serio e duro”. Quanto all’esperienza di guida, ha dichiarato:“Pesa tre volte una F1 ma non si sente più di tanto. I freni non sono male ed la vettura ha un ottimo grip anche se visto da fuori può non sembrare”.