F1: il Buon Natale di Ecclestone ironizza su Hamilton

da , il

    ecclestone auguri natale 2012 christmas card

    Non è mancata neanche quest’anno la divertente cartolina d’auguri di Bernie Ecclestone. Come altre volte in passato, il protagonista è Lewis Hamilton. L’evento dell’anno secondo il patron del Circus non è il terzo titolo vinto da Sebastian Vettel ma il passaggio dell’anglocaraibico dalla McLaren alla Mercedes. Una volta parcheggiata la sua MP4-27, infatti, Hamilton trova ad attenderlo Niki Lauda con un sacco di dollari. Sullo sfondo, un occhialuto pupazzo di neve guarda la scena divertito. Vi ricorda qualcuno?

    Hamilton: “6 mesi per far valere il mio peso”

    Lewis Hamilton chiede sei mesi di tempo alla Mercedes prima di poter fare la differenza. I piani della casa di Stoccarda e del campione del mondo 2008 sono chiari: passare un 2013 di transizione per diventare grandi e vincenti nel 2014, vale a dire quando cambieranno le regole ed i costruttori di motori in proprio, leggasi Ferrari e Mercedes, potrebbero avere dei significativi vantaggi dall’esordio dei nuovi propulsori V6 turbo. L’ex pilota McLaren ha già fatto visita alla fabbrica di Brackley ma sarà libero al 100% solo dal primo gennaio. “Penso sia presto per fare annunci, perché devo ancora guidare per la prima volta la monoposto – ha dichiarato a Sky Sport – Nell’ultima gara dell’anno le Mercedes erano più lente di un secondo al giro quindi credo ci sia una bella salita da scalare. Non penso sia impossibile perché ho grande fiducia in questo gruppo di lavoro. La mia visione non è a breve termine. Potrò provare la macchina solo a febbraio per cui penso ci vorranno almeno sei mesi prima che possa avere un impatto sul team”. Hamilton conferma di aver già preso di mira l’anno 2014:“Sarà quello il nostro anno importante. Per il 2014 dovremmo essere competitivi ma già il prossimo anno punteremo a salire sul podio e, magari, ottenere qualche vittoria”, ha concluso.

    Vettel: “Posso e voglio ancora migliorarmi”

    Dalla cartolina di Bernie Ecclestone, dicevamo, manca Sebastian Vettel. Il tedesco sembra vittima di una cospirazione. Nonostante i record ed i successi deve fare sempre i conti con i nomi dei meno vincenti ma più quotati Lewis Hamilton e Fernando Alonso. Non per questo, ma per la sua indole, il tre volte iridato si mostra ancora affamato di vittorie. “Gli ultimi tre anni hanno portato a risultati perfetti ma sento che ci sono ancora delle piccole cose in cui possiamo migliorare ulteriormente - ha spiegato ad Autosport un Vettel mai pago – Questo approccio fa parte della filosofia che accomuna me e la squadra: si può sempre fare meglio”.

    Fonte foto: yallaf1