F1 in allarme: stagione 2012 a rischio “furbate”

Formula 1: allarme in vista della stagione 2012

da , il

    ros brawn formula 1 stagione 2012 regolamento

    Ross Brawn insiste: con l’attuale configurazione regolamentare, c’è il rischio che la stagione 2012 di Formula 1 veda qualche scuderia approfittare di una furba e lecita interpretazione delle norme per avere un drastico vantaggio competitivo sui rivali. E’ la solita storia. La Federazione Internazionale dell’Automobile interviene per vietare alcuni accorgimenti tecnici, leggasi nella fattispecie i cosiddetti scarichi soffiati, ma qualcuno tra i più acuti studiosi delle pieghe oscure dei regolamenti riesce comunque a trovare un cavillo che renda legale un sistema di fatto non in linea con lo spirito del regolamento. E’ successo nel 2009 con il diffusore col buco della Brawn GP. E’ successo nel 2011 con gli scarichi della Red Bull.

    F1 2012. Una stagione dominata da una monoposto che sfrutta un’azzardata interpretazione delle regole per ottenere un vantaggio competitivo non sta bene a nessuno. Tranne al fortunello di turno che riesce, con bravura ed astuzia, a pescare il jolly. Per evitare il ripetersi di imbarazzanti e già note situazioni, i principali attori del Circus avvisano la Federazione e la invitano a tenere altissima la guardia. Se fosse il caso, persino intervenire. Intervenire quando si è ancora in tempo. Ross Brawn, uno che la sa lunga, lancia l’allarme:“Penso che il regolamento 2012 non sia sicuro al 100% su certi temi. Ci sarà una nuova riunione del Technical Working Group. So per certo che molti stanno lavorando attorno ad alcuni buchi interpretativi. Temo che ci saranno ancora scarichi soffiati nel prossimo anno. Un ingegnere difficilmente rinuncia ad un vantaggio acquisito e cerca sempre un modo per riprodurlo se gli viene vietato”. . Secondo alcuni osservatori, la particolare ala anteriore fatta esordire dalla Mercedes nelle ultime prove libere altro non sarebbe che una provocazione volta a sottolineare l’importanza del problema. Un chiaro invito alla Federazione affinché intervenga e dia il massimo supporto a coloro i quali vogliono evitare una stagione 2012 dominata dal più furbo anziché dal più bravo.