F1 in Belgio, Hamilton: qualcuno dall’alto mi ha salvato

Formula 1: Lewis Hamilton è al settimo cielo dopo la vittoria nel Gran Premio del Belgio 2010

da , il

    F1 Belgio: Hamilton, Webber, Kubica

    Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Belgio edizione 2010 e si riprende la testa del campionato. Mark Webber parte male ma limita i danni e si gode il ritiro del compagno di squadra Sebastian Vettel e del pilota Ferrari Fernando Alonso. In conferenza stampa il driver della McLaren ripensa all’uscita di pista che lo ha portato a sfiorare le barriere e parla da miracolato:“Qualcuno dall’alto mi salvato”, dichiara. In realtà ha ottenuto ciò che meritava. Sportivamente parlando, fosse uscito, sarebbe stata una beffa per quanto fatto vedere fino a quel momento.

    HAMILTON. “E’ stato un weekend molto bello con una gara dura per me. Alla fine pregavo perché tutto andasse liscio ma poi ad un certo punto è andato a piovere e non sapevo quanto si poteva spingere su ogni curva. Alla 8 sono andato fuori ma qualcuno dall’alto mi ha salvato e ne sono uscito indenne”, parla così Hamilton dopo la prima vittoria in Belgio. Il pilota McLaren non si rende conto della gran gara disputata:“Sono orgoglioso del lavoro fatto dalla squadra. E’ difficile chiamare il rientro quando piove - l’anglocaraibico spiega il complicato momento vissuto dalla McLaren quando c’è stato bisogno di mettere gomme da bagnato - Il team mi ha detto che conveniva restare ancora in pista prima di cambiare le gomme per essere sicuri che la pista fosse sufficientemente bagnata. Quindi ho dovuto fare un giro con gomme asciutte sul bagnato prima di mettere pneumatici intermedi”.

    MCLAREN F1. Parla Martin Whitmarsh che si coccola il suo gioiello:“Lewis fantastico in condizioni difficili. E’ stato veramente incredibile e ci riporta in testa nella classifica. Ha solo avuto un momento di difficoltà che ci ha fatto aumentare la tensione ma poi ha portato a casa una vittoria bellissima”.

    WEBBER. L’australiano voleva vincere per la classifica e per il prestigio. Finire secondo con Vettel, Button e Alonso a quota zero è molto confortante. Ancor di più se si considera la pessima partenza:“Devo dire ho fatto degli aggiustamenti durante il giro di formazione per una cosa che non andava bene ma le cose sono addirittura peggiorate. In momenti come questi si viene molto penalizzati e mi sono trovati dietro agli altri. Ho dovuto lottare e sono riuscito a superare Felipe e mi sono avvicinato agli altri quando è entrata la safety car. E’ stata una gara contrastata. Sono felice di essere arrivato secondo. E’ una cosa diversa rispetto alla pole di ieri ma va comunque bene perché si è visto oggi come sia facile fare errori e restare con nulla in tasca”.

    KUBICA. Anche il polacco della Renault è contento ma non del tutto:“E’ stata una bella corsa in condizioni difficili. Purtroppo in pit lane mi sono distratto mentre facevo aggiustamenti sul volante per regolare l’ala e ho bloccato le anteriori ed ho sbagliato il punto di frenata. Questo mi è costato una posizione. Essere sul podio va comunque bene”.

    Foto: AP/LaPresse