F1 in Corea: anteprima McLaren

da , il

    mclaren f12010 2

    La McLaren non è ancora pronta ad abbandonare la corsa per il titolo iridato. Alla vigilia del gran premio di Corea, il duo formato da Lewis Hamilton e Jenson Button, rimasto indietro nella top five rispetto al terzetto di testa formato dalle Red Bull e dalla Ferrari di Alonso, crede che la conquista del mondiale 2010 sia ancora possibile. Nonostante il team di Woking non metta a segno una vittoria dal gran premio di Spa, i due ex campioni del mondo confidano nel massiccio programma di sviluppo intrapreso nelle ultime settimane, che porterà nuovamente la MP4-25 ai massimi livelli.

    LEWIS HAMILTON. 28 punti di distacco dal leader della classifica Mark Webber per l’iridato 2008, che in Corea ha un solo obiettivo: non perdere di vista nemmeno un secondo i rivali della Red Bull. Il pilota della McLaren, decisamente poco fortunato in questo finale di stagione, questa volta si augura di poter lottare con gli avversari delle prime file e al tempo stesso di avere anche la buona sorte dalla sua. “Penso che ogni cosa può ancora accadere”, ha dichiarato Hamilton. “Non credo inoltre che il divario con la Red Bull sia così grande, e credo che riusciremo a prenderli”. L’iridato 2008 ha quindi parlato del nuovo circuito di Yeongam, che ospiterà la prima edizione del gran premio di Corea e dove tutti i team partiranno alla pari. “Ho provato il tracciato al simulatore e la mia prima impressione è stata estremamente positiva. Sulla carta, il circuito dovrebbe adattarsi abbastanza bene alla nostra vettura”, ha spiegato il britannico. “In diversi settori la MP4-25 troverà pane per i suoi denti e penso che ci divertiremo questo weekend. So che nelle ultime gare è sembrato che la nostra macchina non fosse competitiva, ma ora spero che avremo la possibilità di dimostrare il contrario su questo tracciato”.

    JENSON BUTTON. Solo tre lunghezze separano il campione del mondo in carica dal compagno di squadra Lewis Hamilton. Button, che a un certo punto della stagione è sembrato vicino a poter bissare il suo successo del 2009, al momento è dato per “favorito” come primo pilota che abbandonerà la top five, ma chissà che proprio in questo momento in cui la tensione è al massimo, il bell’inglesino non faccia nuovamente sfoggio del suo stile di guida rilassato, pulito e tattico, che in più occasioni gli ha permesso di imporsi davanti ai suoi avversari. “In questo momento per noi la situazione è chiaramente più complicata, ma abbiamo già visto in passato che tutto è possibile. Quest’anno tutti abbiamo sofferto dei problemi e collezionato fallimenti, per questo non penso sia giusto dare per scontata la nostra uscita dalla corsa al titolo. So che per me è difficile, ma sono fiducioso”, ha dichiarato Button, ottimista anche per quanto riguarda i nuovi aggiornamenti che la McLaren porterà in Corea. “Grazie al lavoro del nostro team sono sicuro che potremmo fare la differenza in pista. Correre su un circuito nuovo inoltre è sempre molto eccitante, e quello coreano sembra davvero interessante: un mix di diverse caratteristiche, con un paio di punti molto buoni per sorpassare a quanto sembra; un tracciato abbastanza ad alta velocità, dove la sfida sarà intensa”.