F1 in Germania: Webber aveva predetto il ritorno della Ferrari

Non è stupito Mark Webber dell'ottima performance messa a segno dalla Ferrari nelle qualifiche del gran premio di Germania

da , il

    webber_massa

    Che una delle due Red Bull conquisti la prima fila in uno degli appuntamenti del mondiale 2010 ormai non è più una novità. Che entrambe le Ferrari invece siano subito dietro lo è eccome, specialmente in questo weekend del gran premio di Germania, dove Fernando Alonso ha mancato la pole per soli due millesimi e il compagno di squadra Felipe Massa, seppure sempre alle spalle dello spagnolo, almeno è riuscito a tenere dietro Mark Webber. Insomma, Red Bull come al solito velocissime, ma le Ferrari, in cui ormai avevano quasi perso le speranze, non sono da meno… E gli avversari non sembrano per niente stupiti.

    MARK WEBBER. Ed è proprio Mark Webber, beffato questa volta dalla Ferrari di Felipe Massa, a dichiararsi affatto sorpreso dell’ottima performance messa a segno da entrambe le rosse sul circuito di Hockenheim. Ma l’australiano della Red Bull ha altresì ammesso di non essere così pronto a dare per “spacciata” la McLaren, nonostante Hamilton e Button finora non abbiano dimostrato granché in Germania. E ora che la Ferrari sembra essersi finalmente ripresa, dopo gli ultimi appuntamenti decisamente da dimenticare, Webber ammette di sapere già da tempo che il team di Maranello si sarebbe rivelato essere una spina nel fianco per la squadra austriaca. “Sinceramente me l’aspettavo che prima o poi sarebbero stati così vicini”, ha commentato Webber a fine qualifiche. “A Silverstone si erano già dimostrati molto veloci ma nel primo giro gli era andata male. Lo avevamo predetto che questo weekend sarebbero stati forti”.

    IL RITORNO DI ALONSO. Il pilota della Red Bull ha poi raccontato un aneddoto secondo cui, qualche giorno fa, mentre si trovava al suo solito pub, un ragazzo gli ha chiesto su chi avrebbe dovuto scommettere, dal momento che tutti i piloti sembravano essere molto vicini: Webber gli aveva suggerito la vittoria di Alonso a Budapest… “Ma probabilmente mi sono sbagliato, e vincerà già domani”. Ok, la storia di Webber che ora si mette a fare l’indovino del Circus forse è un po’ troppo, ma certo è che Alonso ha smesso di perdersi in chiacchiere e ha deciso di ringraziare i colleghi, che l’hanno appena votato il migliore della F1, mostrando a tutti quello che sa fare.

    MCLAREN F1. Ma Webber non si è dimenticato nemmeno dei britannici di Woking, che fino a prova contraria dominano in entrambe le classifiche.La McLaren rimane come sempre molto competitiva e non è un diffusore che determina le sorti di un campionato: dicono che i loro aggiornamenti non hanno funzionato a dovere, ma aspettiamo di vedere cosa succederà domani”. Il pilota della Red Bull, che domani partirà in quarta posizione, ha quindi parlato della sua prova in qualifica, confidando di aver perso una posizione per colpa di un errore nelle Q3. “È stata una qualifica combattuta fino all’ultimo run, e avrei voluto fare un ultimo tentativo, ma alla curva 1 ho sbagliato e ne ho pagato il prezzo perdendo la possibilità di puntare alla prima fila e alla fine ho anche perso il terzo posto. Poco male, guardiamo alla gara di domani”.