F1 in Giappone: Hamilton penalizzato, griglia di partenza scritta a tavolino?

Formula 1: Lewis Hamilton penalizzato di 5 posizioni in griglia di partenza del GP del Giappone F1 2010 per sostituzione anticipata del cambio

da , il

    hamilton incidente giappone 2010

    Lewis Hamilton penalizzato con l’arretramento di 5 posizioni in griglia di partenza per sostituzione anticipata del cambio. E’ questa l’unica notizia certa sullo schieramento iniziale del Gran Premio del Giappone 2010. Per il resto, l’aver posticpato la sessione di qualifica a domenica mattina – causa impraticabilità della pista – non dà affatto garanzie che l’ordine con il quale partiranno le monoposto sarà legato al responso cronometrico. Il rischio che anche alle ore 10 di domani l’asfalto sia allagato è piuttosto presente. Ecco, allora, le alternative. Una peggio dell’altra…

    LEWIS HAMILTON. E’ la seconda volta che il pilota McLaren deve fare i conti con problemi al cambio. In Ungheria fu costretto al ritiro dopo alcuni giri di gara. Qui i suoi tecnici sono riusciti ad individuare un problema limitando i danni a sole 5 posizioni di arretramento in griglia di partenza. “Nelle libere 3 di oggi abbiamo notato una pressione anomala dell’olio del cambio sulla vettura di Lewis – ha detto un portavoce del team di Woking - ci siamo accorti che i sintomi erano peggiori del previsto, quindi abbiamo deciso di sostituire il cambio in vista delle qualifiche di domani e della gara”. Non sapendo ancora come si evolverà il discorso qualifiche ed in che condizioni sarà disputata la corsa, è difficile in questo momento capire se questo handicap sarà decisivo nella lotta per il mondiale o del tutto ininfluente.

    GRIGLIA DI PARTENZA GP GIAPPONE F1 2010. Voglio fare un ragionamento: è giusto o non è giusto che la Federazione non dica il criterio con il quale farà schierare le vetture al via del GP del Giappone qualora le qualifiche non si possano disputare? E’ giusto perché così non condiziona i “ragionamenti” dei team. E’ ingiusto perché non c’è trasparenza. Resta il fatto che, comunque vada, l’impressione che la FIA possa favorire qualcuno di proprio piacimento è molto forte. Butto nella mischia questo spunto polemico semplicemente perché, registrando le impressioni degli addetti ai lavori di Suzuka, si ha la convinzione che anche le qualifiche programmate per domenica mattina alle ore 10 siano piuttosto a rischio. E’ certo che la pista sarà bagnata. E’ possibile che sia ancora allagata. Cosa fare in quest’ultima circostanza? Sicuramente non si può andare oltre più di tanto. Pertanto, c’è bisogno di scrivere a tavolino l’ordine di partenza. I criteri possibili sono i seguenti: ordine in base al numero di gara (il più vicino a quanto espresso dal regolamento); ordine in base alla classifica finale dell’ultimo GP; ordine in base alla classifica dei tempi dell’ultima sessione di prove libere disputate su pista asciutta. Last but not least: estrazione a sorte. Per la gioia di Bernie Ecclestone, per il disgusto di noi sportivi. Ditemi voi quale preferite. Inutile che vi dica che McLaren e Mercedes stanno spingendo da una parte mentre Ferrari e Red Bull da altre…