F1 in Giappone: Vettel rilassato in vista delle qualifiche

da , il

    vettel giappone rain

    Qualifiche rimandate a domenica mattina a causa della pioggia battente, ma niente panico all’interno del Circus. Un weekend insolito quindi quello del gran premio del Giappone, caratterizzato da orari da nottambuli e ora anche da una domenica che si prospetta ricca di emozioni. Le qualifiche sono previste per le 3.00 di domenica notte ora italiana, mentre la gara partirà cinque ore più tardi, alle ore 8.00. Ma anche per la giornata di domenica, nonostante sembri scongiurato un forte temporale, le condizioni del tracciato non saranno comunque delle migliori, con l’asfalto molto probabilmente ancora umido.

    SEBASTIAN VETTEL. Per il pilota della Red Bull, finora leader indiscusso nel weekend del gran premio del Giappone grazie al primo posto in entrambe le sessioni di prove libere del venerdì, la decisione di rimandare a domenica le qualifiche è stata ben accolta. Nonostante la comprensibile delusione da parte dei fan accorsi per prendersi solo una valanga d’acqua, per una volta tutto il Circus è sembrato in accordo con la direzione gara. “Penso che far uscire la safety car ogni mezz’ora per verificare le condizioni del tracciato sia stata la scelta migliore: alla fine però il tempo non è migliorato”, ha commentato Vettel in merito al pomeriggio di sabato. “Per la maggior parte delle persone può essere difficile da capire, perché pensano che sia sufficiente montare le gomme da bagnato e buttarsi, ma le macchine sono molto leggere e basse, per questo ci vuole un attimo per andare in acquaplaning e in poco tempo le monoposto diventano inguidabili”.

    QUALIFICHE F1. E anche se le previsioni della domenica mattina non sembrano comunque promettere nulla di buono, Vettel non si preoccupa. Del resto Chris Horner, mentre scrutava la situazione pioggia dal muretto in solitaria sabato pomeriggio, ha rivelato ai microfoni che con o senza pioggia è la Red Bull la macchina più forte. “Non c’è ragione di andare nel panico ora”, ha concluso Vettel. “Quello che tutti ci auguriamo è ovviamente una qualifica regolare. È una situazione nuova per molti di noi, a parte per coloro che già correvano nel 2004, quindi non ci resta che stare a vedere”.