F1 in Malesia: Hamilton soddisfatto pensa a un futuro con Vettel

Secondo posto per Lewis Hamilton nelle qualifiche del gran premio di Malesia

da , il

    mclaren hamilton2011

    Lewis Hamilton è soddisfatto del suo secondo posto nelle qualifiche del gran premio di Malesia. Il pilota della McLaren si è imposto davanti alla Red Bull di Mark Webber e alle spalle del compagno di squadra dell’australiano, Sebastian Vettel, pur avendo dominato fino agli ultimi secondi della sessione. Poco male. Come in Australia l’iridato 2010 e quello 2008 partiranno dalla prima fila, ma questa volta la McLaren è molto più vicina. E a proposito di vicinanza tra i due… dopo gli ultimi rumors su un possibile passaggio di Hamilton alla Red Bull nel 2012, il diretto interessato ha rivelato che un’ipotetica convivenza con il campione del mondo in carica potrebbe funzionare a meraviglia!

    QUALIFICHE F1. Nessun rimpianto alla McLaren per la pole position sfumata all’ultimo secondo nelle qualifiche del gran premio di Malesia. Dopo una lotta serrata tra i fulmini del team del bibitone e le frecce d’argento made in Woking, è stato il campione del mondo in carica Sebastian Vettel ad avere la meglio, davanti alla McLaren di Lewis Hamilton. Ma l’iridato 2008, che ha inaugurato la stagione 2011 di Formula1 con il secondo posto in Australia, non si lamenta, soddisfatto di una MP4-26 sempre più vicina al missile dei colleghi austriaci. “Non credo che dobbiamo essere delusi”, ha dichiarato Hamilton a fine qualifiche. “Dall’ultima gara a qui abbiamo fatto un ottimo lavoro per riuscire ad avvicinarci sempre di più alla Red Bull. Sono orgoglioso degli aggiornamenti che abbiamo portato in pista a Sepang e anche se sarebbe stato bello conquistare la pole, abbiamo accorciato il gap con i nostri avversari ancora un po’ anche se il mio giro non è stato perfetto: devo migliorarlo ancora”.

    LEWIS HAMILTON. E in attesa di assistere alla lotta per la prima posizione, torniamo a parlare dell’eventualità di una futura convivenza tra Lewis Hamilton e il campione del mondo in carica Sebastian Vettel. A mettere la pulce nell’orecchio di media e tifosi, è stato il consulente sportivo del team degli austriaci, Helmut Marko, che ha confessato come la squadra di Milton Keynes sarebbe interessata ad un talento del calibro di Lewis Hamilton e come l’anglo caraibico potrebbe essere il compagno ideale di un giovane di altrettanto talento come Vettel. Ma se Chris Horner ritiene che due galli nello stesso pollaio avrebbero invece vita breve, il pilota della McLaren spezza una lancia in favore di una futura accoppiata con il biondino di Heppenheim. “Potrebbe funzionare”, ha confessato Hamilton. “Pensiamo a me e ad Alonso quando eravamo compagni di squadra: entrambi molto competitivi. Lo stesso tra me e Jenson (Button). In definitiva, due campioni del mondo possono correre nella stessa squadra finchè c’è uguaglianza all’interno di essa. Horner probabilmente ha espresso la sua perplessità nel solo intento di difendere il suo attuale pilota”. “A certe persone non piace essere battute”, ha proseguito il driver della McLaren. “Ci sono piloti che sono più buoni perdenti che buoni vincitori. Qui alla McLaren, quando Jenson va più forte di me, affronto la cosa e penso ‘la prossima volta toccherà a me’. Quando è lui a perdere, non si lagna di certo con la squadra perché gli hanno dato una macchina peggiore o cose del genere. Non c’è niente di tutto ciò all’interno del nostro team. Da altre parti può essere diverso. Ma quando qualcuno mi batte, è solo perché ha fatto un lavoro migliore del mio”.