F1, Jenson Button: resto in McLaren a vita

Formula 1: Jenson Button giura amore eterno alla sua McLaren e dichiara di non voler correre più per nessun altro team

da , il

    mclaren turchia f1 2011 whitmarsh button

    Jenson Button è contento di stare alla McLaren. Il campione del mondo 2009 non sembra soffrire affatto il confronto scomodo con quel fenomenale Lewis Hamilton capace, a suo tempo, di mandare in crisi persino un cagnaccio che risponde al nome di Fernando Alonso. A differenza del compagno di box, inoltre, Jenson Button non si mostra lusingato da altre sirene e dichiara amore eterno alla scuderia di Woking dicendo di avere come unico desiderio quello di chiudere la propria carriera nell’attuale team.

    PILOTI F1. “Quando finirò di correre qui, non voglio correre più in Formula 1″, ha dichiarato Jenson Button in un’intervista ad Autosport. I più attenti avranno l’impressione di aver già sentito queste parole. In epoca recentissima sono state pronunciate da Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen prima, Fernando Alonso poi. Hamilton ultimamente sta vacillando. Nel caso del finlandese, li proposito è stato rispettato sebbene le cose non siano andate esattamente come i suoi tifosi speravano. Raikkonen ha sì vinto un campionato del mondo di Formula 1, ma ha visto interrompersi la propria avventura prematuramente. Successivamente, non avendo ricevuto offerte ritenute “interessanti” da altre scuderie, ha preferito staccare la spina e dedicarsi ad altre competizioni dove la vita è meno stressante come il Rally. Fernando Alonso, prossimo ai 30 anni, invece, deve ancora dimostrare tutto. In passato ha avuto parole di fuoco contro la Ferrari ma, una volta coronato il sogno di vestire la tuta rossa, ha mostrato la sua vera natura di appassionato del Cavallino. Solo il tempo potrà dirci di più.

    JENSON BUTTON. “Sono molto felice qui. Voglio godermi le corse e mi diverto tantissimo passando il mio tempo qui. Non vedo alcuna ragione per cui dovrei andare altrove”, ha detto Button. Il pilota McLaren ha argomentazioni difficilmente non condivisibili:“Guido per una delle migliori squadre del mondo. E’ una posizione che alla maggior parte dei piloti piacerebbe avere e ho lavorato duramente per questo. Potrei essere in giro ancora per tre anni, cinque anni… Non lo so”. La replica del suo team non si è fatta attendere. Martin Whitmarsh ha mostrato estremo interesse nel proseguire la collaborazione con l’ex pilota Honda ed ha ricordato un fatto importante. Non è nel DNA McLaren cambiare troppo spesso piloti.