F1, Kimi Raikkonen correrà con la Lotus anche nel 2013 [VIDEO]

da , il

    Kimi Raikkonen Lotus

    AP/LaPresse

    Nel Gran Premio d’India ha combattuto a lungo con Felipe Massa, senza riuscire a strappare la sesta posizione al brasiliano, a causa di una Lotus più lenta sul rettilineo dove era possibile attivare l’ala mobile. Kimi Raikkonen mantiene comunque il terzo posto nel mondiale piloti e, virtualmente, anche il sogno di conquistare il titolo.

    Eventualità assai remota, vista la piega presa dal campionato. E’ l’unico tra i contendenti a non aver ancora vinto una gara, ma nonostante questo dettaglio, il ritorno in Formula 1 del campione finnico è da promozione a pieni voti.

    Nel periodo più caldo dell’anno per il mercato piloti, si erano affacciate suggestive ipotesi che lo volevano nuovamente in Ferrari, al posto di Felipe Massa. Fantamercato. Poi, lo stesso Raikkonen aveva lasciato intendere che un 2013 ancora in Formula 1 non era scontato e che avrebbe reso noto il proprio futuro con un video nel giorno del suo compleanno.

    Un po’ in ritardo sui tempi, il video è arrivato ed è la conferma di un’altra stagione con il team diretto da Eric Boullier. Resta da sciogliere adesso il nodo del compagno di squadra, che dovrebbe essere ancora Romain Grosjean. Incidenti al via a parte, il francese ha spesso esaltato la Lotus E20 in qualifica, “punto debole” del Raikkonen 2012. Spesso e volentieri Kimi è stato infatti superato dal compagno di team, un dettaglio che ha pesato e non poco sul risultato di alcune gare quest’anno.

    «Credo che il mio rientro in Formula 1 sia andato piuttosto bene e il team ha fatto un ottimo lavoro fino adesso. A esser sincero, non mi aspettavo di poter lottare per il titolo in questa stagione, guardando a dove si trovava la scuderia nel 2011, così è stato grandioso andare sul podio così spesso e ottenere punti con regolarità», ha commentato Raikkonen.

    «Mi sento a mio agio alla Lotus, con la quale condividiamo la stessa filosofia sulle corse. Proseguire con il team era una scelta ovvia per me e guardo avanti per fare un altro passo avanti insieme il prossimo anno».

    In Lotus non si era mai dubitato del rinnovo di contratto, sfruttando l’opzione presente sull’accordo firmato per il 2012. Tuttavia, Boullier aveva anche precisato che se ci fossero state offerte da parte di determinate scuderie, la Lotus non avrebbe potuto opporsi alla volontà del pilota. «Kimi ha fatto un rientro in Formula 1 eccezionale. Dal primo momento è stato subito chiaro che non aveva perso la sua velocità né la capacità di indirizzare il lavoro di sviluppo, siamo stati ricompensati con un pilota motivato e concentrato per l’intero campionato».