F1: la Williams riporta Coughlan nel circus

F1 - La Williams fa rientrare nel mondiale Formula 1 uno dei protagonisti della "spy story" McLaren-Ferrari del 2007: Mike Coughlan - che venne colto sul fatto mentre fotocopiava documenti sottratti alla Ferrari - ha scontato la squalifica di due anni inflittagli dalla FIA e tornerà nel circus come capo ingegnere del team di Grove

da , il

    F1: la Williams si affida a Coughlan

    F1 – La Williams fa rientrare nel mondiale Formula 1 uno dei protagonisti della “spy story” McLaren-Ferrari del 2007: Mike Coughlan – che venne colto sul fatto mentre fotocopiava documenti sottratti alla Ferrari – ha scontato la squalifica di due anni inflittagli dalla FIA e tornerà nel circus come capo ingegnere del team di Grove.

    Coughlan si occuperà della FW34, la monoposto 2012 nella speranza di riportare ai vertici della Formula 1 la Williams, quest’anno ancora ferma a zero punti nel Mondiale costruttori.

    WILLIAMS F1 – La Williams vuole riorganizzarsi per tornare al top della Formula 1 e ha deciso di affidarsi all’esperienza Mike Coughlan. La decisione – che solleverà di sicuro delle polemiche nell’ambiente della Formula 1 – è stata comunicata dal team principal Frank Williams: “Il team si riorganizzerà per tornare di nuovo ai vertici di questo sport. A tale scopo oggi annunciamo già la nomina di Mike Coughlan come capo ingegnere. Mike Ha lasciato la Formula 1 nel 2007 a causa di un comportamento che egli riconosce essere sbagliato e di cui si rammarica profondamente. Siamo felici di dargli l’opportunità di rientrare nella categoria.

    COUGHLAN – “Sono grato alla Williams per avermi dato questa opportunità,” ha dichiarato l’ex ingegnere McLaren, in prima linea nella famigerata spy story ai danni della Ferrari, “Dal 2007, ho cercato di mettere le mie competenze a buon uso nella progettazione di veicoli civili e militari. Ora, non vedo l’ora di tornare ad uno sport che amo e di entrare in una squadra che ho ammirato per tanti anni. Mi dedicherò alla squadra e far sì che torni alla competitività nel rispetto delle norme di etica con la quale Williams è sempre stato sinonimo.”