F1: le rivalità storiche tra compagni di team [FOTO]

Quali sono state le rivalità più accese della storia della Formula 1? Ecco la nostra classifica

da , il

    La stagione 2014 è stata finora un dominio quasi assoluto delle Mercedes. Le frecce d’argento hanno monopolizzato la maggior parte dei Gran Premi ed entrambi i piloti sono in piena lotta per il titolo di campioni del mondo. Come era prevedibile con l’avvicinarsi del finale di campionato i rapporti tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton si sono incrinati in quanto entrambi vogliono laurearsi campioni. Il contatto tra i due, nella gara di ieri, è probabilmente la classica “goccia che fa traboccare il vaso”. Hamilton che va all’attacco verbalmente e chiede un intervento ai capi della Mercedes, Rosberg che tenta di difendersi ma che in cuor suo sa di averla fatta grossa. Insomma rapporti ai minimi storici e il finale di stagione sarà una vera battaglia. In Formula 1 però non è la prima volta che piloti della stessa scuderia si affrontino. Ecco quali sono state le più belle ed avvincenti sfide tra compagni di box.

    Mansell vs Prost

    La Ferrari acquistò Prost per provare a vincere il titolo e Mansell non accettò il ruolo di seconda guida. Quest’ultimo disse a più riprese che la scuderia voleva favorire il francese a suo svantaggio. I rapporti si incrinarono e in Portogallo, con i piloti in prima fila, ci fu la frittata. Mansell strinse Prost sul muro dando l’occasione all’ accorrente Ayrton Senna di passare in testa alla gara.

    Hunt vs Mass

    Nel 1977 la McLaren scelte Hunt e Mass come piloti titolari. I due non si amarono fin da subito e in Canada Mass toccò Hunt. Il britannico finì la corsa contro le barriere gettando al vento punti iridati vitali per la classifica mondiale dei piloti.

    Reutemann vs Jones

    Reutemann e Jones furono compagni di scuderia nel 1980 in Williams. I due piloti si stimarono e si aiutarono fino alla conquista del titolo costruttori. Il rapporto cambiò la stagione successiva quando Reutemann, in Brasile, decise di non farsi superare dal compagno di box.

    Fagioli vs Caracciola

    Facendo un balzo nel tempo, più precisamente nel lontano 1934, Fagioli venne chiamato in Mercedes per far coppia con Caracciola. L’italiano capì fin da subito di essere un comprimario ed abbandonò la scuderia. Il rapporto ostile tra i due continuò e nel ’37 a Tripoli, Fagioli entrò nel box dell’ex compagno e gli lanciò un martello. Per fortuna Caracciola riuscì a schivarlo senza ferirsi.

    Vettel vs Webber

    La Red Bull è stata negli ultimi anni la scuderia migliore. Seppur siano arrivati titoli e vittorie il rapporto tra Vettel e Webber è stato tutto fuorchè idilliaco. Nel 2010 in Turchia, i piloti erano nelle prime due posizioni e stavano lottando per la vittoria. Vettel decise di sorpassare Webber, i due si toccarono e si eliminarono a vicenda. Da quel momento Webber si è sempre sentito maltrattato dalla scuderia. Dopo la vittoria del Gran Premio di Inghilterra esplose la sua rabbia e gridò in cuffia: “Non male per un numero 2″, in chiaro tono polemico nei confronti dei vertici societari.

    Piquet vs Mansell

    La rivalità tra i due fu spettacolare e fu decisiva per la stagione 1986 e 1987. I due piloti lottarono con le unghie e con i denti punto a punto accendendo la rivalità e la passione dei tifosi di tutto il mondo.

    Alonso vs Hamilton

    Qualche anno fa, dopo l’esperienza in Renault, Fernando Alonso passò in McLaren per fare il titolare di un giovane inglese di nome Lewis Hamilton. I due piloti iniziarono a darsi battaglia in pista e Hamilton mostrò subito di che pasta fosse fatto. Partito Alonso come prima guida, dovette subito cercare di fermare l’escalation del giovanissimo compagno di team. A fine stagione entrambi furono beffati e il titolo finì a Kimi Raikkonen.

    Prost vs Senna

    Tanti piloti, tanti scontri ma la più bella rivalità da box è stata quella tra Alain Prost e Ayrton Senna. I due piloti se le diedero di santa ragione durante quelle stagioni insieme. Le famose collisioni di Suzuka entrarono nella storia di questo sport. Il loro rapporto fu sempre tesissimo sia in pista che fuori con litigate, frecciatine e collisioni. Tra i due vigeva la storica “Legge del Taglione”. Nulla insomma a che vedere con quello che è successo ieri tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton, dove i piloti hanno chiesto l’intervento della scuderia per dare la ragione e il torto.