F1, Lewis Hamilton guiderà in Nascar

Formula 1: Lewis Hamilton guiderà una vettura Nascar nel corso della stagione 2011

da , il

    lewis hamilton nascar tony stewart

    Lewis Hamilton guiderà tra qualche mese una vettura della Nascar series americana. Grazie all’intervento dello sponsor Mobil 1, comune al team McLaren di Formula 1 ed alla Chevrolet d Tony Stewart, nel corso della tappa di New York, a Watkins Glen, Hamilton proverà l’ebrezza delle ruote coperte e delle sportellate! O quasi. Il campione del mondo di F1 2008 non parteciperà alla gara ma solo ad una esibizione nella quale Stewart girerà con la MP4-25.

    LEWIS HAMILTON IN NASCAR. Anche Jarno Trulli nel 2009 si era impegnato in un test con la Nascar. E si era molto divertito. Stavolta la serie più popolare in America richiama un altro nome della Formula 1: nientemeno che Lewis Hamilton. Il pilota McLaren scambierà la sua monoposto del 2010 con la Chevrolet di Tony Stewart per alcuni giri sul circuito di Watkins Glen. Dietro all’iniziativa c’è lo zampino del fornitore Mobil, sponsor di entrambe le scuderie e ben contento di sfruttare l’immagine congiunta di questi due campioni per far parlare di sé.

    MCLAREN F1. Tornando sul fronte interno, Jenson Button esprime alcune perplessità sul potenziale della McLaren MP4-26 in vista del debutto stagionale. “Senza dubbio non ho completato i giri che mi aspettavo. E quando si tratta di sviluppare una nuova vettura è essenziale fare molti chilometri - ha affermato il campione del mondo 2009 – La macchina ha molto potenziale, ma se il lavoro di sviluppo è in ritardo potrebbe esserci un gap nelle prime gare del campionato.” Secondo Button sono tutte da verificare le ipotesi sulla competitività fatte nelle ultime settimane. Tuttavia l’inglese non si discosta dalla massa nell’indicare Red Bull e Ferrari al di sopra degli altri:“Ho sentito qualcuno dire che la Red Bull è sei decimi più veloce della Ferrari, ma anche che la Ferrari è un secondo più forte di tutti gli altri sul ritmo gara! Credo che per avere un quadro preciso della situazione dovremo aspettare la prima gara”.