F1, Lewis Hamilton: “Io vittima di bullismo e razzismo”

F1, Lewis Hamilton: “Io vittima di bullismo e razzismo”
da in Formula 1 2017, Lewis Hamilton, News F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    In una recente intervista personale, Lewis Hamilton, 3 volte campione del mondo di Formula 1 ed icona globale di questo sport, ha raccontato alcuni interessanti retroscena della sua adolescenza. Il pilota della Mercedes ha rivelato di essere stato vittima di bullismo e di razzismo. Lui è uno di quelli che, facendo leva sulla propria forza interiore, ha trasformato critiche ed umiliazioni in benzina ed energia per seguire con ancor più convinzione il proprio sogno. E ce l’ha fatta. Non tutti hanno le sue doti. Ma i grandi esempi servono prima di tutto a regalare ispirazioni e fiducia.

    “Nei luoghi in cui sono cresciuto, c’erano atteggiamenti razzisti ed a scuola subivo atti di bullismo ma questi hanno finito con il darmi maggiore forza, come avviene con delle ferite di battaglia”, ha spiegato Lewis Hamilton durante un’intervista a uk.complex.com.

    “Mio padre mi diceva di lasciar parlare i risultati e così ho sempre fatto. Anche quando gli altri ragazzi mi gridavano contro e gli insegnanti mi dicevano che non sarei mai potuto diventare un pilota da corsa, che non sarei mai arrivato a nulla – ha proseguito l’anglocaraibico – Ricordo quando andavo a correre con i kart assieme a mio padre ed avevamo pochissimi mezzi a disposizione e ci sentivamo come dei dilettanti. Nessuno ci considerava eppure tutti ci guardavano chiedendosi che cosa facessimo lì dato che eravamo l’unica famiglia di colore. E’ stato così ogni fine settimana”.

    Hamilton ha concluso raccontando cosa è diventato adesso:“Ho tenuto dentro questi ricordi, perché in ambiente come questo non è facile esternare tutto. Ma ora sento che posso farlo. Sono stato preoccupato in passato ma ora sento di non aver più bisogno dell’approvazione degli altri e di poter essere realmente me stesso. Seguo il mio cuore, i miei valori e l’amore per la mia famiglia. Ho una mia identità e mi godo la vita”.

    Tra una riflessione e l’altra, Lewis Hamilton si trova quasi ad un bivio. La stagione 2016 di Formula 1 è entrata nel vivo e lui non si è fatto trovare presente sul gradino più alto del podio in nessuno degli ultimi 3 appuntamenti che hanno seguito la pausa estiva. Nico Rosberg vola e prende sempre più coraggio mentre l’ultima gara dell’anno si avvicina. Il prossimo Gran Premio di Malesia è il momento giusto per invertire il trend negativo:“Ogni gara è una storia a sé e non so dire quando l’inerzia tornerà a mio favore ma in passato ho già vissuto situazioni come questa e sono sicuro che ne verrò a capo. Sul circuito di Kuala Lumpur vado solitamente bene per cui mi auguro di iniziare da qui ad invertire la rotta”.

    529

    PIÙ POPOLARI