F1, Lotus: Berger, Petrov e la donna pilota!

Formula 1: grosse manovre alla Lotus

da , il

    lotus raikkonen berger

    Continua a soffiare forte il vento del rinnovamento in casa Lotus. L’arrivo di Kimi Raikkonen pare solo il primo passo per compiere un consistente salto di qualità. A questo punto dobbiamo dare qualche credito in più alla scuderia di Enstone che con difficoltà si è dimenata fino ad oggi tra il non farci dimenticare i due titoli mondiali vinti con Fernando Alonso nel 2005 e 2006 ed il prefigurarci l’ennesimo tentativo mal riuscito di fare business con la Formula 1. Sul tavolo delle trattative c’è l’ingaggio di Gerhard Berger come nuovo team principal, l’eventuale licenziamento di Vitaly Petrov per far spazio a qualcuno più interessante e, giusto per non farsi mancare nulla, l’ingaggio di Maria de Villota come donna pilota che faccia un po’ parlare di sé.

    GERHARD BERGER. Come pilota è ricordato per una vittoria regalata da Ayrton Senna. Per un pauroso incidente ad Imola. Stesso punto di Senna, qualche anno prima. Diversa sorte. Per altri successi sporadici con Ferrari e Benetton. Come manager ne ha combinate di belle. Ha portato la BMW in Formula 1 con ottimi risultati. Era al timone della Toro Rosso quando la scuderia di Faenza tagliava per prima il traguardo del Gran Premio d’Italia 2008. La Lotus Renault lo vorrebbe per sostituire Eric Boullier e dare una marcia in più all’intera squadra. Gerard Lopez della Genii Capital, società proprietaria del team, in occasione dell’ingaggio di Raikkonen ha anticipato che ci saranno tante altre belle novità nei prossimi mesi.

    VITALY PETROV. Si sa che il russo sta lì per i soldi. Se questi vengono a mancare o il proprietario decide di fare qualche investimento in più, allora il sedile inizia a scricchiolare. “Abbiamo delle opzioni da valutare”, ha confermato Petrov che vede in Romain Grosjean, ad oggi, la minaccia più consistente. Eric Boullier ha aggiunto:”Non siamo ancora pronti per fare il nome del secondo pilota”. Tra le opzioni più ambite c’è ancora quella di Robert Kubica. Da metà stagione, ovviamente.

    DONNA PILOTA IN F1. E’ da tanto che non se ne sente più parlare. Maria de Villota potrebbe farcela. La 31enne spagnola ha fatto sapere di essere in trattativa con la Lotus per il ruolo di terzo pilota del 2012. Il suo obiettivo è fare esperienza per provare a correre da titolare nel 2013. Non è chiaro con quale team. Ma se dimostrasse di sapersela cavare, gli spasimanti, tra gli “sfigati” dell’ultima fila, non mancherebbero. “Possiamo farcela. Molte donne sanno guidare bene. Vorrei aprire la strada per farla diventare una cosa non insolita”, ha dichiarato la De Villota non nuova ad avvicinare il proprio nome alla Formula 1.