F1, Lotus: niente pressioni su Raikkonen

F1, Lotus: niente pressioni su Raikkonen

Formula 1: la Lotus per bocca del suo capo supremo Dany Bahar dichiara che lascerà a Kimi Raikkonen tutto il tempo necessario per tornare ai suoi massimi livelli

da in Formula 1 2017, Kimi Raikkonen, Lotus F1, Romain Grosjean
Ultimo aggiornamento:

    lotus kimi raikkonen formula 1 2012 foto

    La Lotus si dice sicura di aver fatto un affare nell’ingaggiare Kimi Raikkonen. Sebbene il finlandese sia da due anni lontano dalla Formula 1, i vertici della scuderia di Enstone credono che possa ancora dire la sua. Più scettici sono gli addetti ai lavori ed i colleghi dell’uomo di ghiaccio i quali prevedono per Raikkonen un lungo periodo di ri-adattamento. Anche per queste ragioni, esce allo scoperto il boss della Lotus, Dany Bahar e dichiara:“Non sappiamo quanto tempo ci vorrà a Raikkonen. Tanto o poco. Ma noi glielo daremo”.

    KIMI RAIKKONEN. Parole di stima e fiducia per Kimi Raikkonen arrivano direttamente dall’amministratore delegato del marchio Lotus. “Non possiamo chiedere ad un pilota fermo da due anni di ritrovare subito il feeling con nuove gomme e nuove regole - ha sentenziato Bahar – Dobbiamo dargli tempo e dobbiamo capire se si tratta di tre giorni, sei gare o dell’intera stagione. Ciò che è importante per noi è vedere dei miglioramenti.

    Così facendo, potrà prendersi tutto il tempo che gli serve”.

    ROMAIN GROSJEAN. Il ritorno di Raikkonen chiama facilmente alla mente quello di Schumacher. Le analogie sono in verità poche. Soprattutto se si guarda la carta di identità. Fatte le dovute proporzioni, spetterà a Grosjean essere il Rosberg della situazione. Un compito molto delicato. E ad alto rischio. “E’ una missione sfidante – ha dichiarato il team principal Boullier riferendosi al pilota campione in carica della GP2 – Romain ci ha dimostrato nel poco tempo a sua disposizione la scorsa stagione di avere abbastanza talento, velocità e maturità per diventare uno dei nostri piloti titolari”. Boullier ha seccamente smentito che l’ingaggio di Grosjean sia stato influenzato dalla nazionalità francese dei suoi principali partner tecnici Renault e Total. “Questa è stata solo una ragione in più a suo favore”, ha precisato il capo della scuderia Lotus GP.

    397

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017Kimi RaikkonenLotus F1Romain Grosjean