F1, McLaren contro Ferrari e Mercedes: “Piace vederci in crisi”

McLaren costretta a proseguire con Honda a causa del mancato supporto di Ferrari e Mercedes che hanno deciso di lasciare isolato il team di Woking

da , il

    F1, McLaren contro Ferrari e Mercedes: “Piace vederci in crisi”

    La scuderia McLaren di Formula 1 fa ancora paura a Mercedes e Ferrari. Si intuisce questo dalle parole del CEO Zak Brown:“Siamo una grande squadra capace di vincere per cui penso che molti team siano felici di vederci in difficoltà nonostante sia una cosa vergognosa”, ha affermato a Sky Sports UK. Dello stesso avviso è stato Chris Horner della Red Bull che ha aggiunto:“La situazione della McLaren oggi ricorda la nostra del 2015″. Allora la Red Bull era scontenta del proprio motore ma non trovo né Ferrari, né Mercedes disposte a dare le loro power unit. Questo scenario finisce con l’obbligare la McLaren a proseguire con Honda e mette in crisi persino Fernando Alonso. L’asturiano si è offerto a Mercedes e Ferrari ricevendo un cordiale “no, grazie”. Ora sarà costretto anche lui a restare a Woking incrociando le dita affinché la Honda riesca finalmente a sbrogliare la matassa.

    F1 2018: McLaren resterà con Honda

    Tutti gli indizi dicono la stessa cosa: la McLaren resterà motorizzata Honda anche per la stagione di Formula 1 2018. Zak Brown ha dichiarato:“Abbiamo analizzato vari scenari e alla fine crediamo che Honda possa fare bene. Abbiamo analizzato vari scenari e ora ci stiamo dedicando già alla monoposto del 2018 chiedendo loro uno sviluppo più efficace e a ritmi più elevati. Sia noi che Fernando Alonso vogliamo cominciare a vincere”.

    Fernando Alonso: in F1 anche nel 2018

    A proposito di Fernando Alonso, Brown ha confermato che lo spagnolo sarà ancora in Formula 1 anche nel 2018 e, verosimilmente, continuerà a guidare per la McLaren:“Siamo molto contenti dei nostri piloti e Alonso lo è della McLaren. Ama l’ambiente e ci capiamo bene. Ha chiarito con noi che intende ancora correre in Formula 1 il prossimo anno”

    Honda lavora sodo alla power unit

    La libertà di sviluppo concessa ai motoristi quest’anno sta stimolando la Honda a fare qualche passo da gigante. I giapponesi devono trovare più potenza riuscendo a tutelare l’affidabilità. Al momento tutto appare come un miraggio ma prima o poi tutti credono di arrivare a sbrogliare la matassa. Yusuke Hasegawa ha dichiarato:“Sono certo che stiamo chiudendo il divario da Mercedes e Ferrari. Ogni aggiornamento che portiamo ci avvicina a loro. Adesso abbiamo una buona velocità di sviluppo e vediamo di fronte a noi un obiettivo raggiungibile. Abbiamo cambiato il concetto di motore quest’anno ma il prossimo anno avremo questo come base per cui crediamo di poter incontrare meno inconvenienti”.