F1, McLaren: non cederemo il secondo posto alla Ferrari

da , il

    mclaren ferrari brasile

    La McLaren non molla. Il team di Woking, anche se il titolo costruttori è appena stato assegnato alla Red Bull, è determinata a classificarsi al secondo posto e battere così la Ferrari. Grazie alla doppietta messa a segno nel gran premio del Brasile, la scuderia austriaca si è infatti aggiudicata la prima metà del bottino iridato e ora punta anche alla restante parte, portando alla vittoria uno dei suoi due piloti in lizza per il mondiale. Al momento la McLaren conduce invece sul team del cavallino con 32 punti di vantaggio e non ha alcuna intenzione di farsi spodestare dalla seconda posizione. Nell’ultimo appuntamento della stagione così, rientrano in gioco anche i due piloti fuori dalla corsa al titolo, Jenson Button e Felipe Massa, questa volta pronti a combattere per la squadra.

    MCLAREN VS FERRARI. Nel gran premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale 2010 di Formula1, la Red Bull si è aggiudicata il primo trofeo di quest’anno: il titolo costruttori. Ma, anche se manca solamente una gara alla fine della stagione, la lotta è ancora aperta su più fronti: in palio non solo c’è solo il titolo piloti, con quattro rappresentanti per tre diversi team, ma anche il secondo posto nel campionato a squadre. La McLaren infatti, dopo essersi arresa al trionfo della Red Bull, conquistato grazie alla splendida doppietta messa a segno sul circuito di Interlagos, non ha alcuna intenzione di perdere anche la seconda posizione, cedendo così la medaglia d’argento ai rivali della Ferrari. La sfida tra Woking e Maranello quindi, si giocherà su due piani: da un lato ci sarà Lewis Hamilton a combattere per il titolo di campione del mondo contro il duo della Red Bull e Fernando Alonso, e dall’altra sarà lotta aperta tra britannici e italiani. Ma se nel primo caso le speranza dell’iridato 2008 sono assai misere, nei costruttori la McLaren è in vantaggio rispetto ai rivali della rossa.

    MARTIN WHITMARSH. “Perdere il titolo costruttori in Brasile è stato decisamente frustrante per tutti noi, ma siamo assolutamente determinati a tenerci stretti il secondo posto”, ha dichiarato il team principal della McLaren. “A Interlagos sia Lewis che Jenson sono stati impeccabili e se entrambi andassero a punti anche nell’ultima gara allora ci avvicineremmo ai nostri rivali. Ancora più importante però, è rimanere in lotta nel mondiale piloti con Lewis: è un eccezionale combattente ed è assolutamente determinato a vincere il suo secondo titolo”. Whitmarsh sa bene che le possibilità che Hamilton si laurei nuovamente campione del mondo sono assai remote, ma la McLaren è pronta ad assicurare al pilota britannico tutta l’assistenza e il supporto necessari per una gara perfetta. “Non dimentichiamoci che questa è la terza volta che Lewis è in finale, un record. E per quanto lo conosco, so che in pista sarà pronto a mettere pressione ai suoi avversari e massimizzare la sua posizione”.