F1, McLaren-Renault: Alonso resta incerto sul suo 2018

Alonso vuole prima vedere i dati del motore Renault per sapere se restare in McLaren anche nel 2018

da , il

    F1, McLaren-Renault: Alonso resta incerto sul suo 2018

    Fernando Alonso vanta un certo peso specifico nella scuderia McLaren di Formula 1. E lo sta facendo valere. Per convincerlo a restare anche dopo la stagione 2017 di F1, Zak Brown e soci hanno divorziato dalla Honda avviando un’inedita partnership con la Renault sul fronte della power unit. Nonostante ciò, il due volte campione del mondo, tentenna. Sa benissimo che avere alle spalle un motore Renault è un passo in avanti notevole rispetto alla fuffa Honda. Ma i francesi non sono ancora a livello di Mercedes e Ferrari come ben dimostrando le difficoltà che sta patendo la Red Bull da alcune stagioni. Alonso prenderà a brevissimo una decisione ma prima vuole essere certo di non commettere un nuovo errore:“Voglio analizzare i dati della power unit per verificare che ci siano delle buone prospettive”, ha dichiarato il pilota della McLaren dal paddock di Marina Bay a Singapore.

    Alonso:”McLaren ha scelto Renault per tornare a vincere”

    Fernando Alonso non è convinto al 100% che l’arrivo di Renault in McLaren possa consentirgli di lottare per il titolo mondiale da subito. E’ stato scottato già troppe volte in passato per credere a dei banali segnali di ottmismo:“La McLaren ha preso la decisione di stare con Renault per tornare nella dimensione che le appartiene ma voglio verificare se le prospettive sono davvero quelle che ci aspettiamo”, ha ribadito lo spagnolo. Zak Brown, intanto, spera di avere Alonso in squadra ancora a lungo:“Avere Fernando in squadra è un punto fermo e importantissimo per noi. Sono ottimista sulle possibilità che resti”.

    McLaren:”Renault ci dà stabilità per il futuro”

    L’accordo tra McLaren e Renault è qualcosa di più che una pezza messa in extremis. E’ una mossa strategica per prossimo triennio che coinciderà con la seconda metà del ciclo di vita delle attuali power unit. Dal 2021 ci saranno nuove regole sui motori ed una storia tutta ancora da scrivere, progettare e realizzare. Il dato di fatto è che quella tra McLaren e Renault potrebbe essere una lunghissima collaborazione che porterà i francesi a raffreddare sempre più i rapporti dalla Red Bull, casomai, che si guarda sempre attorno e non nasconde la propria insoddisfazione.

    “Con questo annuncio abbiamo la stabilità necessaria per andare avanti con il nostro programma in vista del 2018. Insieme a Renault lavoreremo per sviluppare la power unit e tornare alla vittoria”, ha dichiarato Zak Brown, capo del team McLaren. Cyril Abiteboul, responsabile del progetto Renault in formula 1, ha aggiunto:“Siamo emozionati di iniziare per la prima volta una collaborazione con un marchio storico della Formula 1. La McLaren rappresenta un grande esempio ed un supporto strategico per arrivare a traguardi importanti”.