F1, McLaren: Vandoorne sfida già Alonso! Tutto ok per il 2017?

Formula 1 2017: la McLarensi affida ad Alonso e Vandoorne tra timori che il giovane campione possa infastidire la vecchia gloria e paure che il belga non sia all'altezza della situazione. Infatti, Button è ancora lì!

da , il

    Dunque, la McLaren ha fatto già sapere che i suoi due piloti titolari nella stagione 2017 saranno Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne relegando Jenson Button all’inedito ruolo di collaudatore di lusso. Quindi dobbiamo chiederci: c’è il rischio che la coppia Alonso-Vandoorne sia una miscela esplosiva capace di creare qualche grattacapo di troppo ai vertici del team di Woking? Sulla carta la risposta è sì, vista la grinta del mastino di Oviedo e la voglia di vincere del giovane belga. Nella realtà non succederà molto, se non altro perché la McLaren-Honda non sarà in grado di sfornare una macchina da titolo.

    F1, Vandoorne: “Battere Alonso per dare impulso alla mia carriera”

    Andare d’accordo quando si è uniti nella sfiga di una macchina perdente è tutto sommato facile. Tuttavia Stoffel Vandoorne proverà a fare di tutto per mettere in crisi Fernando Alonso fino a costringerlo al ritiro come lo stesso campione spagnolo ha già messo tra le opzioni a sua disposizione al termine del 2017. Il pilota belga, però, non vuole eliminare Alonso per sadismo, quanto per poter dimostrare a pieno il suo valore:“E’ considerato tra i più forti del Circus e batterlo significherebbe dare la prova di essere molto forte. Ciò darebbe un grande impulso alla mia carriera”, ha dichiarato un battagliero Vandoorne sottolineando anche l’importanza di esordire in un top team per imparare da subito a gestire la pressione del mondo della F1. E di pressione ne sentirà molta se si pensa che avrà alle sue spalle, in qualità di terzo pilota, nientepopodimeno che un Jenson Button pronto a rimpiazzarlo in caso di difficoltà.

    F1, i dubbi: Vandoorne non è un vero campione?

    Stoffel Vandoorne raccoglie consensi ma qualcuno tra gli addetti ai lavori ha poca voglia di prenderlo sul serio. E’ Frederic Vassuer. Il boss del team Renault fa notare che i suoi piloti hanno già dimostrato di essere più forti del cocco di casa McLaren:“Palmer ha vinto la GP2 nel 2014 e Magnussen il WSR 3.5 nel 2013. I miei attuali piloti l’hanno battuto entrambi”. Il francese, però, dimentica che Vandoorne era in entrambi i casi un debuttante mentre, ai tempi, sia Palmer che Magnussen avevano più esperienza in quelle categorie. Non a caso, pur non annunciandolo ufficialmente, Vasseur ha già deciso che uno dei suoi piloti farà le valige per fare spazio ad Esteban Ocon con il quale costruirà un progetto vincente per il prossimo triennio:“Puntiamo a vincere il titolo nel 2019 e cerchiamo un pilota che sappia prendere per mano la squadra. Ocon ha queste caratteristiche ed in Formula 3 è andato più veloce di Verstappen, non dimentichiamocelo”.