F1, Mercedes GP: Schumacher e Rosberg anche nel 2012

Formula 1: Michael Schumacher e Nico Rosberg confermano che saranno i piloti Mercedes GP anche per la prossima stagione chiudendo di fatto la porta ad ulteriori speculazioni

da , il

    mercedes gp schumacher rosberg nurburgring

    Michael Schumacher e Nico Rosberg, nella foto in alto ritratti durante un’esibizione nel vecchio Nurburgring con due storiche frecce d’argento (la W196S e la W196), saranno la coppia piloti Mercedes GP anche per la stagione 2012. Nessun ripensamento con ri-pensionamento anticipato per il Kaiser. Nessun ingaggio altrove per il talentuoso Nico. Ad affermarlo sono stati i diretti interessati. Questo stallo blocca automaticamente anche ogni altra considerazione in merito a possibili spostamenti tra Ferrari, Red Bull e McLaren. I fuochi d’artificio nel mercato piloti si avranno, semmai, in ottica 2013.

    MICHAEL SCHUMACHER. Giunti a metà della sua seconda stagione dal ritorno ed arrivato davanti al pubblico di casa, è tempo di bilanci per Michael Schumacher. “Sì, sono assolutamente deluso – ha detto il sette volte iridato parlando a nome del team Mercedes - tutti ci aspettavamo qualcosa di diverso dopo un buon inverno di test. Speriamo di migliorare le prestazioni ma non è andata come credevamo”. Schumacher crede che sia ancora lunga la strada che porta alla prima vittoria:“Non siamo nelle condizioni di vincere. Stiamo migliorando nonostante i risultati non lo dimostrino. Qui su questa pista (il Nurburgring, ndr) ho molti buoni ricordi. Il meteo sarà un fattore chiave così come il ritorno alla vecchia regola degli scarichi”.

    MERCHANDISING F1. L’industria Schumacher non si ferma. Il pilota di F1 che ha venduto più cappellini nella storia si presenterà tra un mese sul circuito di Spa-Francorchamps con un berretto di colore nero, special edition, realizzato per celebrare i suoi 20 anni di Formula 1. Era il 1991 quando Schumi debuttò nel Gran Premio del Belgio guadagnandosi immediatamente l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori. La scelta del colore nero arriva per due motivi, ha spiegato Markus Schell portavoce del pilota: innanzitutto nero era il colore del suo primo cappellino con lo storico sponsor Dekra. In secondo luogo, Schumacher non ha voluto fare nessun tipo di riferimento ai suoi vecchi team (Jordan, Benetton, Ferrari e Mercedes) ma celebrare i suoi venti anni solo come pilota. Sempre come pilota, sul circuito del Nurburgring, questo fine settimana, avrà l’onore di percorrere due “esse” che portano il suo nome. Quando gli furono intitolate non era prevedibile che decidesse di rimettersi in gioco con più di quaranta primavere sulle spalle…