F1, Monaco: Vettel, unica certezza è la pole position

Formula 1 2011: i commenti dei piloti alle qualifiche del GP di Monaco

da , il

    vettel gran premio monaco 11

    Sebastian Vettel ha ottenuto un’altra pole position. E’ la sua prima nel Gran Premio di Monaco. Al termine delle qualifiche, caratterizzate dall‘incidente di Sergio Perez a poco più di due minuti dal termine, il pilota Red Bull appare ancora piuttosto turbato e confuso. Ha molta meno voglia di parlare rispetto al suo solito. “La cosa più importante, però, per oggi, è che Sergio Perez stia bene. Abbiamo seguito l’incidente ed abbiamo vissuto brutti momenti da dentro al box. E’ stata una lunga attesa per arrivare a questa pole position che è l’unica certezza che abbiamo in vista di domani”, ha dichiarato in conferenza stampa.

    SEBASTIAN VETTEL. “Sono molto soddisfatto della mia prima pole position qui a MonacoVettel ottiene il tempo buono prima dell’incidente di Perez, dopodiché nessuno riesce ad impensierirlo - La gara di domani sarà estremamente lunga e si sa che qui possono succedere molte cose. Ci sarà da fare i conti con i pit stop e con tutti gli imprevisti di Montecarlo. Vedremo. La pole position resta una garanzia e questa è l’unica informazione certa che si può avere in questo momento”.

    JENSON BUTTON. “Ho fatto un buon giro ad inizio del Q3 e quello mi ha consentito di salire in prima fila. Quando siamo rientrati la pista era troppo scivolosa e non c’era modo di migliorare”, il pilota McLaren ha pescato il jolly oggi. Messa da parte la soddisfazione, Button non si discosta dai suoi colleghi ed invia un messaggio a Perez:“Mi associo a quello che ha detto Sebastian, la cosa più importante è che Sergio stia bene”.

    MARK WEBBER. Voleva bissare la pole position di Barcellona ma non ce l’ha fatta:“E’ stata una sessione complessa per tutti noi perché sapevamo che ci sarebbe stata una seconda possibilità con poco tempo a disposizione. Nel frattempo pensavamo al nostro collega, dal suo incidente possiamo capire che qui si deve migliorare la sicurezza”.