F1 News, Alonso 2018:”Sarò in un team vincente”

Alonso fa sapere che aspetterà anche fino a dicembre di quest'anno prima di scegliere il suo team per la stagione 2018 di F1

da , il

    F1 News, Alonso 2018:”Sarò in un team vincente”

    Fernando Alonso non ha intenzione di mollare il sogno di vincere il terzo campionato del mondo di Formula 1. Quando appena 24enne e fresco di secondo titolo iridato dichiarò che il suo sogno era eguagliare i tre allori di Ayrton Senna, sembrò spudoratamente enfatico. Nessuno credeva che 11 anni dopo il suo bottino sarebbe rimasto invariato.

    Ormai, con 36 primavere sulle spalle, deve fare i conti con un’età che non gli consente più di fare progetti troppo a lungo termine. Non solo, i top team capaci di sfornare monoposto vincenti nel 2018 – leggasi Mercedes, Ferrari e Red Bull – hanno altri piani sul fronte mercato piloti. La missione di Fernando Alonso, quindi, appare impossibile. Considerando il contratto in scadenza con la McLaren alla fine del 2017, non gli resta altro che prendersi tutto il tempo necessario per pensare:“La mia decisione definitiva sarà presa solo a novembre”, ha spiegato alla CNN. Ma servirà a qualcosa?

    Alonso:”Voglio vincere, valuto tutte le possibilità”

    “La mia priorità è correre in Formula 1 e farlo per vincere il campionato che resta il mio obiettivo - ha dichiarato Fernando Alonsomi guarderò attorno e punterò ad altri campionati solo se non avrò questa possibilità ma al momento tutte le mie energie sono concentrate sul Circus. Prenderò una decisione quando avrò le idee chiare e non credo che avverrà prima di novembre”.

    F1 2018, Alonso: quali alternative?

    Quali alternative per Fernando Alonso nella stagione 2018? In Formula 1 il cerchio è strettissimo.

    Si è offerto a Ferrari e Mercedes ricevendo poco ascolto. La scuderia italiana ha già rinnovato con Raikkonen e farà a breve altrettanto con Vettel a meno che non succeda qualcosa di clamoroso che fatichiamo persino ad immaginare. Il tedesco della Rossa, infatti, non ha alternative. Per cui resterà a Maranello con o senza titolo 2017 in tasca. La Mercedes è contentissima di Bottas che sta dimostrando di valere quanto Hamilton (o giù di lì) e non crede valga la pena inserire una mina vagante come Alonso nel box.

    Alonso è stato seriamente in contatto con la Renault ma ha declinato l’invito poiché i piani dei francesi prevedono ancora 2-3 anni di tempo prima di puntare alla vittoria.

    L’unica carta in mano allo spagnolo, quindi, si chiama ancora McLaren-Honda. A Woking sanno fare ottime macchine. I motoristi giapponesi, dal canto loro, dopo figuracce continue hanno finalmente capito che possono smetterla di fare i fenomeni del nulla cosmico e, limitandosi a “copiare” un buon motore della concorrenza, avranno la certezza di limitare i danni in attesa di tempi migliori. Con questo approccio, la McLaren 2018 può sperare di fare un campionato tipo quello della Red Bull quest’anno. Sarebbe già un successone pur se non abbastanza per le velleità di Nando che, non a caso, cincischia.