F1 News, Arrivabene: “Progetto Ferrari 2016 è tutto nuovo”

F1 News, Arrivabene: “Progetto Ferrari 2016 è tutto nuovo”

    F1 News, Arrivabene: "Progetto Ferrari 2016 è tutto nuovo"

    La Ferrari è completamente concentrata da alcune settimane sul progetto che scenderà in pista nella stagione 2016 di Formula 1. Senza bisogno di tornare a rivangare il passato, basti dire che sarà il primo nato sotto la totale supervisione di James Allison con la direzione di Maurizio Arrivabene e Sergio Marchionne. Le aspettative sono altissime, almeno tanto quanto i proclami. Il presidente è stato drastico: Gli uomini Ferrari stanno attendendo come un incubo la prima gara dell’anno, quella della sentenza sul lavoro che hanno fatto”. Meno drammatico è Arrivabene ma altrettanto determinato:“Il presidente parla di terrore e siccome io sono masochista dico che mi piace il terrore quando è positivo. Aver paura serve ad avere maggiore determinazione”.

    “Lo scorso anno avevamo rivisto profondamente il motore mentre stavolta è l’intero progetto ad essere del tutto nuovo - ha proseguito Maurizio ArrivabeneNon voglio dire nulla di più ma scoprirete la macchina in occasione dei primi test. Non farò neppure proclami dato che tutti conoscono benissimo la forza della Mercedes”. Mentre gira la voce che Marchionne abbia pensato di mettere una foto dei rivali vincenti in ogni stanza della Gestione Sportiva per spronare la squadra, il team principal brizzolato ribadisce il suo stile:“Noi lavoriamo a testa bassa ma non abbassiamo la testa. Mi piace lavorare con tutti, ascoltare tutti e andare sempre a capire le ragioni degli sbagli o delle cose che non vanno per provare a cambiarle”.

    La Ferrari si è staccata con immediatezza e forza dalla spy-story che ha coinvolto la Mercedes dicendosi mai stata in vera trattativa con il motorista Benjamin Hoyle, accusato di aver portato via dalla scuderia di Stoccarda progetti e dati sulle power unit tedesche. Ora anche da Stoccarda arriva la conferma:“Sono in corso indagini interne sulle informazioni portate via da Hoyle al fine di recuperarle e non arrecare danni alla Mercedes – si legge in una nota diramata dal team di Brackley – Nel frattempo, l’inchiesta ha dimostrato che non ci sono ragioni per credere che certi dati siano stati trasferiti alla Ferrari e alla Ferrari non sarà rivolta nessuna accusa. Il procedimento che la Mercedes sta portando avanti è nei confronti del signor Hoyle”.

    516

    PIÙ POPOLARI