F1 News, Bottas: no polemiche su ordini di scuderia Mercedes

F1 News, Bottas: no polemiche su ordini di scuderia Mercedes

GP Bahrain F1 2017: Bottas dichiara di aver capito la decisione del team Mercedes di far passare Hamilton nonostante questo sia un brutto colpo per la sua reputazione

    F1 News, Bottas: no polemiche su ordini di scuderia Mercedes

    La Mercedes ridicolizza Valtteri Bottas nel Gran Premio del Bahrain 2017 di Formula 1 obbligandolo ben due volte ad accettare ordini di scuderia per favorire Lewis Hamilton nonostante fosse stato lui a partire dalla pole position. I tedeschi smentiscono la loro temerarietà nel voler dari pari opportunità ad entrambi i piloti non appena la Ferrari comincia a diventare una minaccia concreta. Sebastian Vettel guida la classifica del campionato e sia Toto Wolff che Niki Lauda non hanno nessuna vergogna nel designare Valtteri Bottas un gregario quando siamo appena alla terza gara della stagione 2017 di F1. Per il finlandese che si gioca reputazione, credibilità e futuro, si tratta di un’umiliazione gigante. Se la cosa dovesse ripetersi a stretto giro di posta, nessuno potrà togliergli l’etichetta di “Barrichello“. E la cosa suona malissimo visto che il ragazzo dovrebbe potersi giocare le sue chanche. Visto che il ragazzo un po’ di talento pare averlo. Visto che la Mercedes ha sempre dichiarato di non voler dare ordini ai propri piloti.

    A ben vedere i dati del Gran Premio del Bahrain 2017 di Formula 1 salta fuori che Valtteri Bottas ha avuto un ritmo non all’altezza del compagno Lewis Hamilton e della Ferrari di Sebastian Vettel a causa di un problema di pressione degli pneumatici:“Soprattutto le gomme utilizzate nel primo stint non andavano bene. Già dal secondo giro avevo il posteriore che scivolava molto e non riuscivo a sfruttare la potenza del motore in uscita di curva. Sebastian mi stava pressando e mi ha superato con un undercut . Poi il pit stop non è stato velocissimo ed ho perso la posizione su Vettel”, ha spiegato il finlandese cercando di spiegare le ragioni che lo hanno portato a non capitalizzare il vantaggio di essere partito dalla pole position sul circuito di Sakhir.

    “Capisco la decisione di darmi ordini di scuderia, capisco il punto di vista del team.

    Lewis poteva lottare per la vittoria e portare altri punti al team. E’ stata dura da accettare ma Ho capito la decisione nonostante fossi concentrato sul fare la mia gara”, ha aggiunto Valtteri Bottas ammettendo che anche nel secondo stint, nonostante la sua Mercedes W08 fosse migliorata nel comportamento in uscita dalle curva, ha sofferto di sovrasterzo. “E’ stata una giornata deludente dato che il mio obiettivo era la vittoria ma il mio passo gara non me l’ha consentito”, ha concluso.

    548