F1 News, Ferrari – Allison: per il 2017 focus su gomme e DRS

Formula 1 2017: James Allison, direttore tecnico della Ferrari, già è al lavoro sulla monoposto del futuro e individua alcune aree critiche del regolamento da affrontare adesso. O mai più.

da , il

    La stagione 2016 deve ancora arrivare ma la Formula 1 è già in gran fermento per i drastici cambi regolamentari che interesseranno la categoria a partire dal 2017. Sul tema è intervenuto anche il direttore tecnico della Ferrari:“Ci hanno chiesto di estremizzare le monoposto, facendole diventare più difficili da guidare e impegnative dal punto di vista fisico andando ad aumentare il carico aerodinamico. Così, avremo forze G maggiori che porteranno a vetture più performanti ma sono preoccupato per cosa accadrà ai sorpassi in pista”, ha dichiarato James Allison ad ESPN.

    Allison: “Lavorare su gomme e DRS per tutelare i sorpassi”

    “Adesso abbiamo un livello soddisfacente – ha proseguito il responsabile dell’area tecnica della Ferrari - per cui la sfida è riuscire a mantenere questo livello. Si dovrà lavorare soprattutto in due aree: il degrado delle gomme, cercando un loro comportamento non troppo uniforme o facilmente prevedibile e il DRS che andrà regolato in modo congruo per continuare ad agevolare i sorpassi”.

    Arrivabene, invece, è concentrato sul 2016

    Mentre James Allison, giustamente, si permette qualche minuto di pausa dal progetto 2016 per guardare con lungimiranza al futuro di medio e lungo termine, Maurizio Arrivabene riporta tutti al presente e continua nel suo instancabile lavoro di motivatore:“E’ fondamentale lavorare su ogni singola componente della monoposto e curare ogni singolo dettaglio dato che vanno migliorati telaio, aerodinamica e motore – si legge su F1grandprix – Nessuno dei nostri tecnici sta dormendo, perché sa che il diavolo si nasconde nei dettagli. In Ferrari si lavora a 360 gradi con grande collaborazione tra i tecnici affinché tutte le aree si integrino al meglio”, ha osservato il team principal del Cavallino Rampante.

    F1 2017? Anche Ecclestone pensa al problema gomme

    Pneumatici croce e delizia di questa Formula 1. Pneumatici problema o opportunità. Tutti sono d’accordo nello scaricare sulla Pirelli grandi responsabilità per lo spettacolo che si vedrà in pista. Fino ad ora l’azienda italiana non si è tirata indietro anche a costo di clamorose figuracce. Persino Bernie Ecclestone si scomoda per portare l’attenzione su Paul Hembery ed i suoi uomini spronando le squadre ad una maggiore collaborazione:“Vogliamo più potenza e più carico aerodinamico per il 2017 e vogliamo che i tempi sul giro siano ridotti grazie anche al lavoro della Pirelli che costruirà pneumatici più larghi ma, al momento, le scuderia non hanno ancora dato la loro approvazione. Tutto ciò rappresenta un freno verso quello che stiamo costruendo e, se non ci saranno i test che sta chiedendo, la Pirelli continuerà a progettare le stesse gomme di adesso”, ha avvisato il boss del Circus.

    McLaren MP4-X concept: idea per la F1 del 2017