F1 News, Ferrari caso Raikkonen-Vettel: in arrivo ordini di scuderia?

Arrivabene nega, ma in Ferrari stanno preparando il terreno ad eventuali ordini di scuderia tra Vettel e Raikkonen qualora si ripeta un episodio come quello della Cina

da , il

    F1 News, Ferrari caso Raikkonen-Vettel: in arrivo ordini di scuderia?

    In Ferrari tiene banco il caso di Kimi Raikkonen che fa da tappo a Vettel nel Gran Premio della Cina 2017 di Formula 1 facendogli perdere tempo prezioso nella lotta con Hamilton. A caldo, Sergio Marchionne ha criticato pesantemente il finlandese. A motori spenti, anche Maurizio Arrivabene interviene sull’argomento facendo capire che, qualora i risultati in pista dimostrino che tra Raikkonen e Vettel ci sono nette differenze di prestazioni, il muretto della Ferrari non avrà problemi ad imporre ordini di scuderia:“Kimi ad inizio stagione è sempre così se vi ricordate”, ha dichiarato ironico a Sky SportS UK dopo il GP di Cina di F1 2017. Poi Arrivabene ha aggiunto:“I nostri piloti conoscono bene le regole d’ingaggio ma siamo tranquilli che se saremo in lotta per il titolo mondiale, allora prenderemo le nostre decisioni. Adesso, però, è troppo presto per parlare di questo. In Baharain sarà un’altra gara e un’altra storia”, ha spiegato il team principal della Ferrari.

    Ferrari F1, Arrivabene:”Vettel sfortunato per la safety car”

    Tra Sebastian Vettel e la vittoria nel Gran Premio della Cina 2017 di Formula 1, più che il rallentamento registrato nei giri passati dietro al compagno di squadra Kimi Raikkonen, ci si è messa la sfortuna sotto forma di safety car nel momento più sbagliato. “Sebastian ha fatto una grande gara ma non è stato aiutato dalla safety car uscita subito dopo il suo cambio gomme. Senza quell’episodio avrebbe forse ottenuto un risultato migliore ma nelle corse conta anche la fortuna che a volte è a favore ed altre no. La bellezza di questo campionato di F1 è anche questa”, ha ricordato Maurizio Arrivabene.

    F1 News, partenza di Vettel in Cina: Red Bull chiede chiarimenti

    Che Sebastian Vette avesse una voglia matta di vincere il Gran Premio della Cina 2017 di F1 si è capito anche da come ha piazzato la sua Ferrari SF70H in griglia di partenza: leggermente fuori dalle strisce per avere una miglior aderenza nello scatto al via. Voleva subito mettere in crisi Lewis Hamilton. Voleva passare davanti alla prima curva. Quest’anno, però, la Mercedes non denota problemi in partenza come avveniva nel 2016 tant’è che Vettel ha persino rischiato di perdere la seconda posizione a favore di Bottas. Il pilota della Ferrari è finito sotto investigazione per la posizione nella quale si è messo. La direzione gara ha deciso di non intervenire contro di lui scatenando, però, la protesta del clan Red Bull. Chris Horner ha chiesto un chiarimento formale alla FIA nonostante il regolamento della Formula 1 non dica nulla di particolare a tale riguardo se non che i piloti devono fermarsi nelle loro rispettive posizioni in griglia dopo il giro di formazione. In passato, altri piloti hanno fatto lo stesso quando la loro piazzola era particolarmente bagnata, compreso Ricciardo nello scorso GP del Giappone. “Sarebbe meglio avere chiarezza su questo argomento – ha dichiarato Horner – i piloti devono rispettare la linea o l’intera piazzola?”