F1 News, Ferrari:”Giusto avere noi più soldi di altri team”

Arrivabene invoca anche un cambio delle regole mentre la GPDA pubblica i risultati del sondaggio sulla F1 che il pubblico vorrebbe

da , il

    Impossibile riuscire ad immaginare una Formula 1 senza Ferrari. “Solo” difficile, invece, vedere una Ferrari correre in altra categoria che non sia la Formula 1! E’ questo il pensiero della dirigenza del Cavallino Rampante. Pensiero probabilmente condiviso dalla maggior parte del pubblico della massima categoria motoristica internazionale. Maurizio Arrivabene, commentando l’attuale distribuzione dei proventi derivanti dal Circus, è stato chiaro e netto:“Noi prendiamo più soldi? Non so quanto spetti agli altri ma se la Ferrari prende di più, penso sia logico!”, ha dichiarato ai francesi di Auto Hebdo. Per seguire il LIVE della gara in diretta del GP Silverstone F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    La Ferrari vuol far valere propria storia e immagine

    “Non so quanto finisca alla Mercedes da parte della FOM e quali siano le condizioni del loro contratto. Non mi interessa - ha precisato Maurizio Arrivabene - So solo che nessuno nel mondo degli affari penserebbe mai di ridursi lo stipendio per favorire un collega. E so che ci sono degli accordi già firmati che tutti hanno accettato a suo tempo”. Il capo della Gestione Sportiva ribadisce l’importanza che il peso specifico del Cavallino Rampante rappresenta per tutta la Formula 1 nonostante non vinca da diversi anni:“Conosco molto bene solo i dettagli del nostro contratto e penso che se la Ferrari prende più soldi degli altri, ciò è ampiamente giustificato dalla storia e dall’immagine che dà alla Formula 1. Mi sembra logico”, ha sottolineato. Quanto a nuove strade da percorrere, Arrivabene conferma che tutta la Ferrari è impegnata su questo fronte, a partire dal presidente:“Il momento è innegabilmente difficile e tutti lo hanno ormai capito. Ci sono discussioni a vari livelli e tutti sono coinvolti. La Ferrari è parte attiva anche con Sergio Marchionne che sta prendendo parte a tutti gli incontri dello Strategy Group”.

    Ecco i risultati del sondaggio sulla F1

    L’associazione dei piloti di F1, semplicemente nota come GPDA, ha reso noti i primi risultati del maxisondaggio rivolto al pubblico della F1. In sintesi, i 217.756 partecipanti (età media pari a 37 anni) chiedono più competizione, meno interessi commerciali e auto più difficili da guidare con la diminuzione degli “aiuti” ai piloti tipo DRS. Piace anche l’idea di avere la concorrenza tra gommisti così come il dare maggiore libertà di espressione ai tecnici anziché usare vetture “clienti” che finiscono con l’essere tutte uguali. Sonora bocciatura arriva per la trasmissione delle gare in esclusiva sulle Tv a pagamento. Nota curiosa, infine, sul pilota preferito dal pubblico: il più votato è Kimi Raikkonen. Anti-personaggio per definizione, riesce proprio così a raccogliere le simpatie dei fans.