F1 News, Ferrari: grandi progressi e ottimismo per il 2016

F1 News, Ferrari: grandi progressi e ottimismo per il 2016

    F1 News, Ferrari: grandi progressi e ottimismo per il 2016

    La realtà della stagione 2015 di Formula 1, al di là di qualche eccezione tipo il GP di Singapore, è quella di una Mercedes ancora inarrivabile per chiunque. In Ferrari, però, fanno altri conti e analizzano con estremo ottimismo il modo in cui stanno riducendo il gap dai tedeschi. “Sei deluso se non vinci, è normale – ha dichiarato Maurizio Arrivabene dopo il GP del Giappone – ma non dobbiamo fare un confronto tra quanto fatto nella pista di Suzuka ed in quella di Singapore”. Secondo il team principal del Cavallino Rampante, il paragone più corretto da guardare è tra l’ultimo GP del Giappone e quello corso alcuni mesi fa su una pista analoga come Silverstone:“In questo caso vediamo che ci siamo migliorati molto grazie allo step evolutivo che abbiamo presentato a Monza. Sono fiero del lavoro svolto dai nostri ingegneri, in particolare quelli del reparto motori”.

    L’entusiasmo che si vive in casa Ferrari ha contagiato persino il pragmatico Kimi Raikkonen:“Quello che è successo a Monza ed a Suzuka ha sorpreso anche noi stessi. Non ci aspettavamo di andare così bene in quanto, sulla carta, non erano piste a noi favorevoli - si legge su crash.net – tutto ciò conferma che stiamo andando nella direzione giusta. Sappiamo dove sono i nostri punti deboli e su quelli ci concentreremo ancora con l’obiettivo di arrivare in una forma decisamente migliore all’inizio della prossima stagione”.

    Anche dal punto di vista amministrativo la Ferrari entra in una fase molto delicata. Ieri il marchio è approdato alla borsa di Wall Street in quanto FCA ha messo sul mercato il 10% del pacchetto azionario. Data la grande domanda, si stima che il valore complessivo arriverà al miliardo di dollari. Tuttavia per conoscere con esattezza il prezzo finale si dovrà attendere lunedì 12 ottobre in quanto solo allora potrà iniziare la vera quotazione che coinciderà con i 12 mesi passati dalla fusione tra Fiat e Chrysler.

    Grandi e storici rivali, Ferrari e McLaren navigano in acque decisamente diverse. Il Cavallino rampante è riuscito lo scorso inverno ad invertire la rotta in modo stupefacente. Non sembra capace di fare altrettanto la McLaren che, per bocca di Ron Dennis, critica le limitazioni imposte dagli attuali regolamenti:“Le norme che dovevano far risparmiare, in verità ci fanno spendere di più. Dobbiamo far girare i motori al banco senza poterli provare in pista. E’ frustrante non avere la possibilità di fare liberi test, di non avere più tempo per lavorare in galleria del vento o con la CFD. La Formula 1 si è spinta troppo in avanti ma non ha previsto spazi per chi ha bisogno di recuperare il gap”, ha affermato il boss di Woking.

    605

    PIÙ POPOLARI