F1 News, Ferrari-Marchionne: “Titolo nel 2016″ e offre motori a Red Bull

Formula 1. Marchionne, gasato dal podio di Monza, annuncia che la Ferrari lotterà per il titolo nel 2016. Arrivabene, intanto, conferma che potrebbe fornire i motori anche alla Red Bull

da , il

    Sergio Marchionne si sbottona per la prima volta e annuncia che la Ferrari sarà in grado di lottare per il titolo mondiale di Formula 1 già nella stagione 2016. Forse sta esagerando. Forse la colpa è dell’euforia del podio di Monza o del primo motore in fumo della Mercedes. Forse il presidente del Cavallino Rampante, uno che raramente parla a vanvera, ha le sue buone ragioni per crederci. “Con la Mercedes c’è un bel rapporto, andiamo d’accordo e abbiamo la stessa visione della F1″, ha dichiarato ai microfoni della RAI subito dopo il GP d’Italia. “Sarebbe stato bello vincere questa gara. Li stiamo ricorrendo senza mai prenderli ma penso che ce la potremo fare entro fine stagione o, al massimo, nel 2016 quando lotteremo certamente per il mondiale”, ha affermato. E se lo dice lui…

    Ferrari: Marchionne ottimista, Arrivabene conferma

    Se lo dice Marchionne, in modo più ragionato lo conferma anche Maurizio Arrivabene che punta, a differenza della Mercedes, sull’aver conservato ancora alcuni gettoni per lo sviluppo della power unit:“In qualifica abbiamo avuto la conferma di essere cresciuti e questo potrebbe essere un vantaggio importante da spendere su piste che meglio si adattano alle caratteristiche della nostra macchina come la prossima gara di Singapore. Rispetto alla Mercedes, inoltre, abbiamo dei gettoni di sviluppo a disposizione sulla power unit”.

    E anche la Red Bull ora vorrebbe i motori Ferrari

    inizialmente la Red Bull ha bussato alla porta della Mercedes per ottenere dei motori all’altezza della situazione. I tedeschi sembravano disposti a iniziare una collaborazione con gli austriaci ma la forza del team di Milton Keynes ha fatto venire più di qualche dubbio ai vertici di Stoccarda. Perché aiutare un avversario in difficoltà rischiando di servirgli nuove vittorie ai propri danni su un vassoio d’argento. Discorso diverso, invece, stanno facendo in Ferrari. Marchionne ha pubblicamente offerto le proprie power unit a Dietrich Mateschitz ostentando un’incredibile sicurezza. Dello stesso avviso è apparso Arrivabene:“Sulla carta hanno dei grandi nomi al loro interno come quello di Newey per cui è facile pensare che se gli dai il motore poi ti sparano un telaio da paura – ha sintetizzato la questione il capo della Gestione Sportiva – ma posso dire che, stando in casa mia, ho visto dei telaisti e degli aerodinamici che sanno il fatto loro. Per cui non mi faccio troppi problemi. Questo, però, non vuol dire che domani daremo il propulsore alla Red Bull come mi è stato attribuito…”, ha precisato.